FLAI - Free Lance Associazione Italiana
FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

FLAI - Free Lance Associazione Italiana

FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

                                           


Archivio News 2017


Archivio News 2016


Archivio News 2015


Archivio News 2014


Archivio News 2013



Archivio News 2017


Archivio News 2016


Archivio News 2015


Archivio News 2014


Archivio News 2013


FIJET News 2014


Viaggiando il mondo. Presentato a Genova il rapporto sul turismo italiano

di Anna Maria Massaro 06 maggio 2014

E’ stato presentato nell’ambito del festival "Viaggiando il mondo" da Mercury Cnr Irat il XIX rapporto sul turismo italiano. Dopo la crisi, le previsioni per il 2014 e il 2015 tornano a fare ben sperare con una crescita dell’1,7%. Quello che si prospetta sarà un turismo di nicchia, capace di offrire nuove attrattive anche per mete ormai diventate fuori moda.L’Italia cresce con il turismo: lo sostiene Dario Franceschini, ministro dei Beni Culturali e del Turismo.



Nel 2013 il turismo e i viaggi e la domanda turistica totale sono stati il comparto più rilevante dell’economia italiana con una incidenza sul Pil del 13,4% attivando una spesa di 96,2 miliardi. Più dei due terzi dei turisti sceglie l’Italia per l’arte e la cultura (67,9%)

Negli ultimi anni la presenza più importante è stata quella degli stranieri che rappresentano il 96,2%. Ma di fronte a questi dati positivi, per contro, gli ultimi due anni presi in considerazione dai ricercatori hanno registrato un trend negativo per i pernottamenti: si è passati dai 386,9 milioni del 2011 ai 376 milioni del 2013, con un decremento dell’1,2%.

I ricercatori per i prossimi due anni prevedono una crescita dell’1,7%, ma non si potrà contare ancora molto sugli italiani che continueranno a fare vacanze all’estero dove trovano prezzi più vantaggiosi. Un altro dato negativo riguarda le strutture di ricezione: per la prima volta, negli ultimi anni sono diminuite le camere degli alberghi, passando da 1.097 milioni a circa 1.093 milioni.
   
"Sono venti anni che guardo con rabbia alle opportunità enormi che offrono la cultura e il turismo in Italia ma vedo che in fondo la politica non ci ha mai veramente creduto". Questa l’opinione di del ministro dei Beni Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, intervenuto al convegno "L’Italia cresce con il turismo" promosso dall’Osservatorio parlamentare per il turismo.
     
Franceschini ha ricordato che al momento del giuramento a ministro disse di sentirsi alla guida del più importante ministero, "e a distanza di pochi mesi sono certo di essere alla guida del più importante ministero economico del Paese".

Il titolare del dicastero ha pure illustrato le prossime linee d’azione: una promozione unica italiana all’estero, che sia fatta in sinergia e con risorse adeguate, "dobbiamo smetterla di farci compatire fuori dai confini europei con una promozione fatta dalle singole Regioni"; la digitalizzazione dell’intero sistema, "con incentivi non a pioggia"; la formazione, potenziando l’esistente e pensando ad una scuola superiore di studi turistici; un sistema premiale per le start up che intendano offrire nuove offerte e nuove applicazioni. In attesa poi del completamento del percorso di riforma del Titolo V della Costituzione, "non possiamo aspettare, il riassetto dell’Enit deve anticipare la riforma".  


Intanto l’Etna Doc sbarca a Roma.  I vini di uno dei territori più trendy d’Italia protagonisti assoluti di una grande degustazione. L’appuntamento si terrà il prossimo 4 giugno presso l’hotel Hilton Cavalieri dalle 16 alle 21.30. Ci sarà spazio solo per i vini Doc e l’evento, come spiega il presidente del consorzio Doc Etna Giuseppe Mannino, "vuole essere solo una prima tappa di un viaggio attraverso grandi città dove far conoscere il fascino e l’eleganza dei nostri vini. Non a caso l’evento di Roma si chiama Etna Grand Tour".

A fare gli onori di casa all’Hilton Cavalieri ci sarà Franco Ricci, patron della Fis, la Fondazione Italiana sommelier. Attualmente sono oltre trenta le aziende che hanno deciso di partecipare. Durante la degustazione si terrà anche un seminario dedicato al Carricante


 Pagina: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 -

Powered by MMS - © 2017 EUROTEAM