FLAI - Free Lance Associazione Italiana
FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

FLAI - Free Lance Associazione Italiana

FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

                                           


Archivio News 2017


Archivio News 2016


Archivio News 2015


Archivio News 2014


Archivio News 2013



Archivio News 2017


Archivio News 2016


Archivio News 2015


Archivio News 2014


Archivio News 2013


FIJET News 2014


Bilancio di Veratour sui primi quattro mesi del 2014

di Toti Piscopo 10 maggio 2014

Veratour fa un bilancio sui risultati dei primi 4 mesi del 2014. I TO hanno registrato 102 milioni di euro di volume d’affari con una crescita del 9% realizzando, la metà del budget prefissato per quest’anno, pari a 205 milioni di euro di volume d’affari. Bene anche i risultati in termini di marginalità che, in allineamento con i dati già in incremento dell’anno scorso a pari periodo, si confermano positivi e coerenti con la crescita del volume d’affari.





.Le vendite realizzate con la formula advance booking hanno contribuito al raggiungimento, in soli 4 mesi, di tali performance, in termini di fatturato ma ancor più di marginalità. La percentuale di vendite effettuate con tale formula è pari a oltre il 70% delle prenotazioni totali.

Protagonista di questo inverno è stato il ‘lungo raggio’. Dall’1 gennaio al 30 aprile le destinazioni long haul di Veratour hanno ottenuto risultati record: 97% dell’occupazione media di strutture alberghiere e voli con una crescita dei riempimenti del 4% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Le destinazioni di maggior successo sono state Messico, Repubblica Dominicana, Zanzibar, Thailandia, Madagascar e Stati Uniti. Da segnalare l’ottimo andamento vendite del Madagascar e del VeraResort Beach & Spa a Nosy Be aggiuntosi al Veraclub Orangea.
 
L’Egitto, e in particolare il Mar Rosso, ha pesato fortemente quest’inverno su risultati, decisioni e riprogrammazioni del TO a seguito del blocco della destinazione Sharm El Sheikh. Tuttavia la  perdita di fatturato dovuto a Sharm El Sheikh, pari a circa 8 milioni di euro, è stata totalmente recuperata da Veratour a fronte delle ottime vendite su altre mete. Veratour ha registrato solo sulla destinazione Marsa Alam un incremento pari a 3.5 milioni di euro di fatturato (+45% nei primi quattro mesi rispetto all’anno scorso pari periodo).
Nel medio raggio importante crescita della Tunisia che raddoppia i volumi rispetto al 2013. L’anticipazione delle aperture dei villaggi nella destinazione ha certamente contributo al raggiungimento di tali risultati; nelle settimane di Pasqua e Ponti di fine aprile e maggio, Veratour ha registrato una media di oltre 1000 passeggeri per settimana nelle tre strutture di Djerba, Mahdia e Hammamet. Bene anche la Grecia: quest’anno Veratour si presenta con un’offerta di 6 villaggi che ad oggi registrano un incremento vendite pari al 15% rispetto all’anno scorso.
 
“È stato un inverno di intenso e complesso lavoro - commenta Stefano Pompili, dg Veratour Spa - ma possiamo dichiararci soddisfatti. Certamente ad inizio anno non ci aspettavamo la chiusura della destinazione Sharm El Sheikh, ma abbiamo avuto la forza e la capacità, con un grande lavoro di team, di riprogrammare voli, villaggi e destinazioni e di riuscire a recuperare quanto perso sino ad oggi. Siamo a metà dell’opera rispetto al budget che ci siamo impegnati a raggiungere a fine anno; se l’andamento delle vendite manterrà queste performance, senza intoppi o imprevisti esogeni, riteniamo di poter raggiungere il budget 2014 e quindi superare i 200 milioni di euro”.


 Pagina: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 -

Powered by MMS - © 2017 EUROTEAM