FLAI - Free Lance Associazione Italiana
FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

FLAI - Free Lance Associazione Italiana

FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

                                           


Archivio News 2017


Archivio News 2016


Archivio News 2015


Archivio News 2014


Archivio News 2013



Archivio News 2017


Archivio News 2016


Archivio News 2015


Archivio News 2014


Archivio News 2013


FIJET News 2015


Termalismo. Firmata la Carta della comunicazione e del marketing

di Giacomo Glaviano 24 gennaio 2015

Firmata la “Carta della comunicazione e del marketing termale”, nata dal convegno di Bagno di Romagna del 29 novembre 2014 per una moderna comunicazione e promozione dei centri termali.



Comunicare le terme non più semplicemente attraverso deplianti informativi, articoli di giornale o tramite il passaparola. Anche i centri termali oggi accettano la sfida delle nuove frontiere e si preparano a diffondere le notizie sul web, sugli strumenti mobile, sui media emergenti, sui social network e utilizzando il marketing 2.0.

La presa di coscienza delle nuove tecnologie è avvenuta definitamente durante un workshop realizzato in collaborazione con il Comune e il Consorzio Termale 3T di Bagno di Romagna (FC), che ha coinvolto il settore dei centri termali e del benessere insieme a esperti della comunicazione. Da lì scaturisce oggi la “CARTA DELLA COMUNICAZIONE E DEL MARKETING TERMALE”, proposta e sottoscritta dalla Federazione Mondiale del Termalismo Femtec, dall’Alta Scuola di Formazione Thermae Campus, da Fondimpresa e Assoform, con il patrocinio del Circuito termale dell’Emilia Romagna e di Federterme.

Da Riolo a Bagno di Romagna La nuova “costituzione” delle terme italiane arriva dopo quattro anni dalla pubblicazione della “Carta della comunicazione termale di Riolo”, che nel 2011 ha raccolto le principali indicazioni da utilizzare per la promozione e l’informazione ai cittadini sui centri e i trattamenti termali in base ai nuovi bisogni di salute, quali: la necessità di un continuo aggiornamento della comunicazione delle terme (per il pubblico e per i medici) e un utilizzo integrato dei diversi media per la diffusione della cultura di una corretta pratica termale e del suo immaginario. A tale scopo la Carta di Riolo proponeva di fornire informazioni corrette, complete e appropriate sul mondo termale, prevedendo anche iniziative formative di aggiornamento per i mondi della ricerca scientifica, dell’impresa e della comunicazione.

I nuovi principi della comunicazione termale La Carta di Bagno di Romagna aggiorna e promuove una comunicazione termale moderna ed efficace, basata anche sui nuovi media (siti web, social network, web tv, mailing, app per smartphone, utilizzo di sistemi bluetooth, applicazioni basate su realtà aumentate e Qrcode) e in particolare si propone, in otto punti, alcuni obiettivi fondamentali: innanzitutto la sinergia tra centri termali e territorio per la creazione di un sistema integrato terme-benessere termale-turismo, che consenta di ampliare il target dei clienti e destagionalizzare l’attività delle strutture.

La nuova comunicazione termale prende in esame l’utilizzazione dei media più idonei a raggiungere ciascuna tipologia di cliente e considera le sinergie possibili fra i media tradizionali e quelli emergenti. L’approccio 2.0, secondo la nuova carta, deve riguardare anche la promozione e il customer care, ovvero prevedere anche la classificazione dei servizi offerti in relazione alle esigenze di gruppi d’utenza omogenei (tipo di cure richieste, situazione familiare, età, capacità di spesa).

“Nell’approccio 2.0”, dichiara Umberto Solimene, presidente della Federazione mondiale del termalismo Femtec, “la comunicazione delle terme assume un carattere moderno e attraente. Per realizzare queste nuove indicazioni e andare così incontro alle nuove esigenze di comunicazione e fruizione della clientela, ogni struttura termale dovrà lavorare per dotarsi di nuove tecnologie con un’attenzione anche ai ritorni economici degli investimenti effettuati. Ricordando sempre che i centri termali e del benessere rappresentano un’importante risorsa del territorio se mantengono una stretta collaborazione con le strutture turistiche e sanitarie locali, per una promozione integrata del benessere come stile di vita”.
 
 


 Pagina: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 -

Powered by MMS - © 2017 EUROTEAM