FLAI - Free Lance Associazione Italiana
FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

FLAI - Free Lance Associazione Italiana

FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

                                           


Archivio News 2017


Archivio News 2016


Archivio News 2015


Archivio News 2014


Archivio News 2013



Archivio News 2017


Archivio News 2016


Archivio News 2015


Archivio News 2014


Archivio News 2013


FIJET News 2015


Brasile.Salvador de Bahia.Maratona di feste

di Turi Dimino 09 maggio 2015
Nella storica città di Salvador, gli abitanti sono molto allegri ed ospitali e non si fanno mancare le feste.La “maratona” inizia nel periodo natalizio, prosegue col famoso “revelhon” di capodanno e col festival di verao baiano; subito dopo vi sono altre feste, i cosiddetti lavagem, dedicate alla Yemanjà, Dea del Mare e Madre di tutti gli Dei.


Ricordiamo che la Yemanjà si festeggia il due febbraio a Salvador-Bahia. Pure a Sciacca-Sicilia, il due febbraio si festeggia la Madonna del soccorso anche per questa particolare coincidenza, nel 2001 le due città, si sono gemellate.
Le feste continuano col carnevale. A Salvador il carnevale è diverso dalle altre città brasiliane, infatti, si festeggia per le strade, denominati anche circuiti, dove sfilano i cosiddetti trio elettrici, che sono dei grossi camion snodati ben attrezzati, sui quali si esibiscono i più importanti cantanti e gruppi musicali, sia baiani che brasiliani. Tale evento richiama ogni anno milioni di turisti che sfilano, assieme ai trii elettrici, lungo i circuiti.

Dopo il carnevale vi sono altri eventi, come il festival di Artisti di Strada, il festival dei Cantastorie “Cantadores”, il mese della musica reggae, performance afro, ecc.

Molto importante sono i riti della festa di Sào Joào, che si festeggiano a giugno, principalmente nelle città dell’interiore dello Stato di Bahia. Tale ricorrenza rievoca tradizioni popolari del Nord-Est brasiliano. Nel mese di luglio si svolgono altri festeggiamenti come l’anniversario della liberazione del Brasile, dalla schiavitù. Seguono altre feste: il mese della coscienza negra, il mese del samba e molti concerti, sia nei teatri che nelle piazze o in luoghi chiusi ed in particolare nel centro storico del Pelourinho di Salvador. Molte di questi eventi, pur essendo gratuiti, sono di qualità.

Chiaramente, oltre agli eventi musicali vi sono altre iniziative, come rappresentazioni teatrali, mostre di pittura e arte moderna, presentazione di opere letterarie, nelle varie librerie o centri commerciali, chiamati Shopping, proiezione di film e di corti e lungometraggi. Insomma, le feste e gli eventi culturali a Salvador non mancano. Però, spesso il popolo, ma principalmente i giovani studenti, protestano perché, sia le amministrazioni comunali che statali per le feste, spendono milioni di real, trascurando la scuola, la sanità, la sicurezza il lavoro ecc.

Ma Salvador non è soltanto la città delle feste e del carnevale: è anche la città della gastronomia tipica afro-baiana, come l’acarajè, la mucheca di pesce, è la città della capoeira, delle baiane, del barocco, delle molte bellezze naturali, delle immense spiagge, delle isole, con un mare caraibico, diversi ritmi musicali; a tal proposito la più conosciuta è l’ “M.P.B”, il samba, l’axè, il pagote, il reggae ed ultimamente si stà affermando sempre di più lo zuok.

Infine, è importante ricordare che Salvador è la città dove sbarcarono molti schiavi provenienti dall’africa, i quali con i loro riti e tradizioni popolari influenzarono le abitudini e la lingua parlata; difatti molte sono le parole africane in uso e per questo Salvador è anche considerata da molti la città più africana fuori dall’Africa.


 Pagina: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 -

Powered by MMS - © 2017 EUROTEAM