FLAI - Free Lance Associazione Italiana
FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

FLAI - Free Lance Associazione Italiana

FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

                                           


Archivio News 2017


Archivio News 2016


Archivio News 2015


Archivio News 2014


Archivio News 2013



Archivio News 2017


Archivio News 2016


Archivio News 2015


Archivio News 2014


Archivio News 2013


FIJET News 2016


Giornalisti per la Festa di San Martino visitano Pantelleria, alcune aziende e degusteranno i mosti di vino direttamente dalle vasche

di Giacomo Glaviano 08 novembre 2016.

Sull’onda della recente crescita degli arrivi estivi il Comune di Pantelleria punta ad allungare la stagione 2017 da aprile a novembre con "Passitaly 2016" educational rivolto alla stampa nazionale e internazionale



Giornalisti specializzati in diversi settori (attualità, viaggi, gastronomia, videoreporter) dal 10 al 13 novembre si ritroveranno in questa stupenda isola per vivere e scoprire l’unicità di Pantelleria in occasione della Festa di San Martino. Visiteranno alcune aziende e degusteranno i mosti di vino direttamente dalle vasche.

"Siamo pronti - dice Salvatore Gino Gabriele, sindaco di Pantelleria - a impegnarci con tutte le nostre forze per mettere a disposizione dei visitatori un’offerta che sia meno dipendente dalla stagionalità. Pantelleria infatti è fruibile in tutte le stagioni e manifestazioni come il Passitaly hanno l’obiettivo preciso di dare impulso a un nuovo tipo di turismo, consapevole e responsabile, fondato sull’unicità dell’isola e della sua comunità che, con caparbietà e testardaggine, è riuscita a tramandare e preservare tecniche agricole millenarie dal valore inestimabile".
  
Nel tour saranno coinvolti anche i ristoratori e gli operatori che hanno deciso di puntare sulla destagionalizzazione dell’offerta turistica di Pantelleria. In programma visite guidate ai dammusi, terrazzamenti, muretti a secco e giardini d’agrumi che caratterizzano la Perla Nera del Mediterraneo.

Da non dimenticare la cucina contadina pantesca con i suoi prodotti tipici per antonomasia: il cappero, l’unico italiano con il marchio Igp, e il passito, la cui pratica agricola ad alberello è, dal 2014, Patrimonio Unesco. 


 Pagina: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 -

Powered by MMS - © 2017 EUROTEAM