FLAI - Free Lance Associazione Italiana
FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

FLAI - Free Lance Associazione Italiana

FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

                                           


Archivio News 2017


Archivio News 2016


Archivio News 2015


Archivio News 2014


Archivio News 2013



Archivio News 2017


Archivio News 2016


Archivio News 2015


Archivio News 2014


Archivio News 2013


FIJET News 2016


Attentato suicida nella cattedrale cristiana copta del Cairo

di Giacomo Glaviano 12 dicembre 2016

Una forte esplosione è avvenuta domenica, intorno alle ore 10,00 (ora locale) vicino alla cattedrale copta del quartiere di Abbasseya, giorno che ricorre il "Moulid el Nabi",anniversario della nascita di Maometto.


Secondo rilievi degli artificieri sono stati utilizzati ben 12 chili di tritolo per l’esplosione nella cappella di San Pietro e Boutrosseya, ubicata nel recinto della cattedrale copta di San Marco. Nessun danno, invece, secondo fonti ecclesiastiche, al tempio principale.

Il bilancio delle vittime dell’attentato nella cappella di San Pietro e Boutroseya, annessa alla cattedrale costa del Cairo, continua a peggiorare: l’ultimo fornito dalla tv di stato egiziana è di 25 morti e 35 feriti che, per altre fonti, sono invece oltre 50, soprattutto donne e bambini, perchè l’esplosione è avvenuta nella parte della cappella riservata ai banchi occupati da donne.

Voci raccolte sul posto riferiscono che sarebbe stata vista una donna deporre una borsa vicino ad uno dei banchi e poi allontanarsi. Subito dopo sarebbe avvenuta l’esplosione.
Da notizie governative si apprende che sono state arrestate quattro persone coinvolte nell’attacco, ancora non rivendicato. Il governo da indetto tre giorni di lutto nazionale.

Ieri Papa Francesco ha rivolto, al termine dell’Angelus, una preghiera per "gli efferati attacchi terroristici che nelle ultime ore hanno colpito vari paesi", in Turchia, Nigeria ed Egitto. Francesco aggiungendo che si tratta di più episodi ma di "un’unica violenza che semina morte e distruzione. L’unica risposta - ha ribadito - è quella della fede in Dio e l’unità nei valori umani e civili".

Particolare "vicinanza" è stata espressa al "fratello" Patriarca della Chiesa copta egiziana Tawadros, invitando i fedeli a pregare "per i morti e i feriti"
Il presidente egiziano, Abdel Fatah al Sisi, ha partecipato al funerale di Stato per le vittime dell’attentato alla cattedrale copta del Cairo avvenuto ieri mattina nella chiesa della Vergine Maria, a Nasr City, quartiereorientale del Cairo. Papa Teodoro II, primate della Chiesa copta ortodossa, ha tenuto un sermone per le vittime d’ell’attentato.

Questo ulteriore attentato giunge due giorni dopo la morte di sei poliziotti in un altro attacco bomba avvenuto nella zona ovest del Cairo, vicino alle piramidi di Giza, rivendicato da un gruppo poco conosciuto denominato Movimento delle braccia dell’Egitto-Hasm.

Da luglio 2013, dopo il golpe militare con cui fu destituito l’allora presidente Mohamed Morsi, le forze di sicurezza egiziane vengono spesso prese di mira in attacchi terroristici, soprattutto nella penisola del Sinai. Ma attentati contro civili o cristiani non sono abituali nel Paese e il gravissimo attentato a un luogo simbolo della fede cristiana potrebbe essere il segno di un salto di qualità e di un cambio di strategia nei gruppi del terrore che agiscono in terra egiziana.
Unico precedente risale a 6 anni fa. Si tratta infatti del secondo grave attentato contro la chiesa copta in Egitto dopo quello del 31 dicembre 2010 alla chiesa dei Due Santi di Alessandria che provocò 23 morti e 97 feriti.


 Pagina: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 -

Powered by MMS - © 2017 EUROTEAM