FLAI - Free Lance Associazione Italiana
FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

FLAI - Free Lance Associazione Italiana

FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

                                           


Archivio News 2017


Archivio News 2016


Archivio News 2015


Archivio News 2014


Archivio News 2013



Archivio News 2017


Archivio News 2016


Archivio News 2015


Archivio News 2014


Archivio News 2013


FIJET News 2017


OS ROMEIROS LA TRADIZIONE DELLA QUARESIMA NELL’ISOLA DI SAO MIGUEL

di Anna Luana Tallarita 20 marzo 2017

Tra il primo Sabato di Quaresima e il Giovedi Santo, 2500 uomini Os Romeiros, percorrono a piedi recitando preghiere e cantando per l’intera isola di San Miguel. Negli Açores, le Azzorre, italianamente conosciute.



Cosa sono le Romarias Quaresimali? una tradizione di circa 500 anni che inizia a San Miguel nel 2017 il 4 marzo e terminano il 13 aprile. Quando tutti i Ranchos, che sono i gruppi di uomini che vi partecipano legati a corrispettive freguesie cioe’ centri sub-comunali di varie cittadine e paesi, avranno percorso di chilometri stabiliti di tutto il percorso nell’isola.

Camminano dal mattino alle quattro sino a notte per poi essere ospitati dalle varie famiglie che aprono le loro case ai pellegrini per lavarsi e cenare, raccontare gli aneddoti le esperienze, la sofferenza e la grande fede e tradizione che li anima per poi ripartire incontrandosi appunto alle quattro nelle chiese delle parrochhie da cui passano nel tragitto. E da li ripartono, percorrendo le strade di San Miguel sempre tenendosi vicino al mare e fermandosi nelle varie chiese e cappelle dell’isola.

I Romeiros percorrono circa trecento chilometri a piedi durante una settimana. portando con se solo uno scialle, un sacco per gli alimenti, il rosario al collo e un bastone, intonando i cantici della romeria e pregando. E sono tutti uomini, dai bambini agli anziani. Nelle preghiere e nei canti innalzano intenzioni per la pace nel mondo, per la chiesa cattolica e tutte quelle intenzioni particolari che ricevono nel cammino, da chi li incontra e che spesso per strada li attende con cibi e bevande per alleviare il percorso, la stanchezza, le ferite ai piedi.

Le Romarie Quaresimali sono uniche in tutto il mondo, una tradizione di circa cinquecento anni oggi, che secondo la tradizione hanno avuto origine a seguito dei terremoti ed eruzioni vulcaniche accadute nel XVI secolo nell’isola e che distrussero Vila Franca do Campo, la prima capitale dell’isola, e causarono la distruzione di Ribeira Grande una cittadina sul mare, delle tre maggiori cittadine dell’isola.

I Ranchos, sono gruppi, solo maschili appunto, organizzati a livello parrocchiale, ma che oggi vedono anche la nascita di una Associazione che si occupa della Romeria. Sono tenuti a percorrere un percorso stabilito e sempre con il mare che resti alla sinistra del loro percorso di marcia. Devono passare il maggior numero possibile di chiese e emidas, cappelle, di Sao Miguel. Particolarmente in quelle che sono dedicate alla Madonna, Nossa Senhora.

Nelle loro preghiere il Papa che sara’ a Fatima quest’anno in maggio e le Sue intenzioni sono sempre presenti. I Romeiros sono stati ricevuti in Vaticano il 3 dicembre 2014. Per me che incontro questi pellegrini per strada e’ una grande emozione vederli sotto la pioggia e i sole, cantando devoti e quieti dal piu’ piccolo al piu’ anziano. Una tradizione toccante senza dubbio, forte e sentita da tutti, che accolgono aiutano e si affidano alle loro preghiere, nella parte piu’ bella della fede cristiana la quaresima, dove pellegrinare significa fare il proprio esame di coscienza in silenzio nella ricerca della pace interiore e di un perdono che sia tanto terreno quanto divino.


 Pagina: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 -

Powered by MMS - © 2017 EUROTEAM