FLAI - Free Lance Associazione Italiana
FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

FLAI - Free Lance Associazione Italiana

FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

                                           


Archivio News 2017


Archivio News 2016


Archivio News 2015


Archivio News 2014


Archivio News 2013



Archivio News 2017


Archivio News 2016


Archivio News 2015


Archivio News 2014


Archivio News 2013


FIJET News 2017


UN BAIANO PIRANDELLIANO

di Salvatore Dimino 27 marzo 2017

Continuano, con successo, gli scambi culturali tra la citta’ di Sciacca Sicilia Italia e Salvador Bahia Brasile.



In occasione della prima mondiale del film "Un Baiano Pirandelliano", prevista per il 04 aprile 2017, grande e’ l’interesse e l’aspettativa per l’iniziativa cinematografica, diretta dal giovane regista di Sciacca Eduardo Veneziano.

Un Baiano Pirandelliano e’ un film documentario ambientato in Sicilia (Italia). Il progetto ha come protagonista l’artista contemporaneo Menelaw Sete che ritorna dopo diversi anni con l’esigenza di raccontare tramite la sua arte e la sua filosofia di vita, alcuni aspetti che stanno portando ad un punto di non ritorno il pianeta terra.Insieme al produttore e regista Eduardo Veneziano, ha creato un percorso che, in maniera metaforica racchiude i quattro elementi della natura.

Il progetto e’ suddiviso in 5 capitoli dove ogni capitolo viene messo in scena in una diversa location. L’obiettivo e’ di raccontare alcuni aspetti della sua vita mettendoli a confronto con il mondo di oggi, creando cosi’ un contrasto fra l’arte, fonte di cambiamento e rivoluzione e la realta’ che solo abbatte e schiaccia l’anima ma viene vista anche come dimensione dove tutti vengono assorbiti e trasformati in un numero.Alla fine di ogni capitolo, per sottolineare alcuni degli aspetti e delle conseguenze che stanno portando il pianeta al collasso, sono stati realizzati dei racconti messi in scena sotto forma di cartoni animati, scritti da Eduardo Veneziano per creare delle visioni parallele a quelle dell’artista, con l’intento di rinforzare i temi portanti dell’intero progetto. Ognuno di essi rappresenta delle storie basate sulla deforestazione, sull’estinzione degli animali, su altre tematiche che porteranno pian piano il pianeta alla distruzione e anche sulla visione dell’essere umano distratto ed indifferente. L’obiettivo e’ di potere sensibilizzare quante piu’ persone possibili.

L’artista all’interno di ogni capitolo, riesce a creare una dimensione surreale che porta lo spettatore ad identificarsi nella sua visione, creando cosi’ un parallelo tra la sua filosofia metaforica espressa nel documentario nella parte filmica e la conseguenza della fine del pianeta espressa nella parte animata, creando cosi’ una connessione.
Un pensiero che fin da subito si ? sposato con il progetto e che l’arte non sempre riproduce cio’ che e’ visibile ma rende visibile cio’ che non sempre lo e’.


 Pagina: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 -

Powered by MMS - © 2017 EUROTEAM