FLAI - Free Lance Associazione Italiana
FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

FLAI - Free Lance Associazione Italiana

FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

HOME PAGE
FLAI-FIJET
NEWS 2019
ARCHIVIO NEWS
GALLERY
LINK UTILI

HOME PAGE

FLAI-FIJET

NEWS 2019

ARCHIVIO NEWS

GALLERY

LINK UTILI



BREVE SINOSSI  DEL FILM 'Il PITTORE e LA SANTA'

di Nino Giordano e Biagio Cardia - 06 gennaio 2019

Nacquero a Messina nella stessa zona,chiamata Sicofanti (oggi via XXIV maggio)  a pochi anni di distanza l’uno dall’altro


Antonello da Messina nel 1430; Smeralda Cofino- al secolo Santa Eustochia- nel 1434.
Compagni di giochi? Amici fin dall’infanzia?
Probabile!
Partendo da questa suggestiva ipotesi il film 'Il pittore e la Santa: Antonello e santa Eustochia' scritto da Nino Giordano e diretto da Biagio Cardia (con la collaborazione di Caterina Oteri e Giuseppe Maiolino), intende porre all’attenzione degli spettatori la vita del più grande pittore siciliano del quattrocento, Antonello da Messina,  orgoglio della nostra Messinità- seguendo la sua vita in parallelo a quella di Santa Eustochia.
Fin da ragazzo, Antonello vuol fare il pittore: non cede all’insistenza del nonno che lo vedrebbe alla guida della sua attività mercantile; né del padre che vuole che prosegua la sua attività di manzonus e scalpellino.
Estroverso, egli si dibatte tra l’aspirazione ad esplorare nuovi territori di conoscenza nel campo della pittura ad olio e il suo legame viscerale con Messina; tra le intriganti offerte di lavoro fuori dalla Sicilia e la profonda nostalgia per la città dello Stretto.
Carattere molto riservato quello di Suor Smeralda, al secolo Santa Eustochia: la fondatrice dell’ordine delle Clarisse a Messina.  
Il film accompagna lo spettatore nei momenti più importanti della vita dei due protagonisti: la fanciullezza, con i loro sentimenti e i loro giochi ; la giovinezza con le scelte di vita e gli ostacoli 'familiari' da superare; la maturità: con Antonello, ormai padrone della nuova arte della pittura ad olio; con Santa Eustochia che nel monastero di Montevergine riconduce le sue consorelle all’autentico spirito francescano.
E’ così che si possono cogliere tratti comuni alle due esperienze di vita: simbologie pittoriche che si ricollegano ai loro giochi fanciulleschi; ambientazioni di forte richiamo evangelico quali la Crocifissione , l’Annunciazione; e il quadro dell’Annunciata del palazzo Abatellis di Palermo: anello di amicizia tra i due e tematica centrale del film.
In forma di fiction- in una miscellanea di colori, atmosfere, ambientazioni paesaggistiche (come la località Pantano a Rometta; i giardini di Montalto; il porto di Messina, la chiesa di Santo Stefano di Salice e la presunta tomba di Antonello da Messina, a Santa Maria di Gesù Superiore di Ritiro) e con una sentita e nutrita partecipazione di un cast di oltre 40 persone, tra attori,scenografi, costumisti e fotografi - 'l pittore e la Santa' offre uno spaccato di vita del ’400 in Sicilia, proponendo- al di là del tempo  e dell’importanza dei due protagonisti- la forte determinazione di due giovani nel perseguire le loro scelte di vita, ribelli al volere delle loro famiglie di origine.
Felici di poter trasmettere- in ogni momento della loro vita- il profondo amore per l’insegnamento di S. Francesco d’Assisi.


Un nuovo modo di gestire i siti


Con MMS non serve uno specialista per gestire un sito:
chiunque in un quarto d'ora impara a farlo da solo.


Non più costi di programmatori per gestire il proprio sito, non più siti vecchi perché manca qualcuno in grado di aggiornare i contenuti. Anche il sito FIJET è fatto con MMS

Se vuoi un sito facile da gestire, che si aggiorna molto rapidamente e costa molto poco CONTATTACI.
 


Business Network internazionale

dove le piccole imprese e gli operatori turistici
promuovono sul web i loro prodotti e servizi
senza costi di sviluppo siti e di programmatori



Business in China

Il Gruppo di interesse Linkedin di chi è interessato ad attività commerciali con la China. Oltre 60.000 iscritti!



BREVE SINOSSI  DEL FILM 'Il PITTORE e LA SANTA'

di Nino Giordano e Biagio Cardia - 06 gennaio 2019

Nacquero a Messina nella stessa zona,chiamata Sicofanti (oggi via XXIV maggio)  a pochi anni di distanza l’uno dall’altro


Antonello da Messina nel 1430; Smeralda Cofino- al secolo Santa Eustochia- nel 1434.
Compagni di giochi? Amici fin dall’infanzia?
Probabile!
Partendo da questa suggestiva ipotesi il film 'Il pittore e la Santa: Antonello e santa Eustochia' scritto da Nino Giordano e diretto da Biagio Cardia (con la collaborazione di Caterina Oteri e Giuseppe Maiolino), intende porre all’attenzione degli spettatori la vita del più grande pittore siciliano del quattrocento, Antonello da Messina,  orgoglio della nostra Messinità- seguendo la sua vita in parallelo a quella di Santa Eustochia.
Fin da ragazzo, Antonello vuol fare il pittore: non cede all’insistenza del nonno che lo vedrebbe alla guida della sua attività mercantile; né del padre che vuole che prosegua la sua attività di manzonus e scalpellino.
Estroverso, egli si dibatte tra l’aspirazione ad esplorare nuovi territori di conoscenza nel campo della pittura ad olio e il suo legame viscerale con Messina; tra le intriganti offerte di lavoro fuori dalla Sicilia e la profonda nostalgia per la città dello Stretto.
Carattere molto riservato quello di Suor Smeralda, al secolo Santa Eustochia: la fondatrice dell’ordine delle Clarisse a Messina.  
Il film accompagna lo spettatore nei momenti più importanti della vita dei due protagonisti: la fanciullezza, con i loro sentimenti e i loro giochi ; la giovinezza con le scelte di vita e gli ostacoli 'familiari' da superare; la maturità: con Antonello, ormai padrone della nuova arte della pittura ad olio; con Santa Eustochia che nel monastero di Montevergine riconduce le sue consorelle all’autentico spirito francescano.
E’ così che si possono cogliere tratti comuni alle due esperienze di vita: simbologie pittoriche che si ricollegano ai loro giochi fanciulleschi; ambientazioni di forte richiamo evangelico quali la Crocifissione , l’Annunciazione; e il quadro dell’Annunciata del palazzo Abatellis di Palermo: anello di amicizia tra i due e tematica centrale del film.
In forma di fiction- in una miscellanea di colori, atmosfere, ambientazioni paesaggistiche (come la località Pantano a Rometta; i giardini di Montalto; il porto di Messina, la chiesa di Santo Stefano di Salice e la presunta tomba di Antonello da Messina, a Santa Maria di Gesù Superiore di Ritiro) e con una sentita e nutrita partecipazione di un cast di oltre 40 persone, tra attori,scenografi, costumisti e fotografi - 'l pittore e la Santa' offre uno spaccato di vita del ’400 in Sicilia, proponendo- al di là del tempo  e dell’importanza dei due protagonisti- la forte determinazione di due giovani nel perseguire le loro scelte di vita, ribelli al volere delle loro famiglie di origine.
Felici di poter trasmettere- in ogni momento della loro vita- il profondo amore per l’insegnamento di S. Francesco d’Assisi.


Un nuovo modo di gestire i siti


Con MMS non serve uno specialista per gestire un sito:
chiunque in un quarto d'ora impara a farlo da solo.


Non più costi di programmatori per gestire il proprio sito, non più siti vecchi perché manca qualcuno in grado di aggiornare i contenuti. Anche il sito FIJET è fatto con MMS

Se vuoi un sito facile da gestire, che si aggiorna molto rapidamente e costa molto poco CONTATTACI.
 


Business Network internazionale

dove le piccole imprese e gli operatori turistici
promuovono sul web i loro prodotti e servizi
senza costi di sviluppo siti e di programmatori



Business in China

Il Gruppo di interesse Linkedin di chi è interessato ad attività commerciali con la China. Oltre 60.000 iscritti!



BREVE SINOSSI  DEL FILM 'Il PITTORE e LA SANTA'

di Nino Giordano e Biagio Cardia - 06 gennaio 2019

Nacquero a Messina nella stessa zona,chiamata Sicofanti (oggi via XXIV maggio)  a pochi anni di distanza l’uno dall’altro


Antonello da Messina nel 1430; Smeralda Cofino- al secolo Santa Eustochia- nel 1434.
Compagni di giochi? Amici fin dall’infanzia?
Probabile!
Partendo da questa suggestiva ipotesi il film 'Il pittore e la Santa: Antonello e santa Eustochia' scritto da Nino Giordano e diretto da Biagio Cardia (con la collaborazione di Caterina Oteri e Giuseppe Maiolino), intende porre all’attenzione degli spettatori la vita del più grande pittore siciliano del quattrocento, Antonello da Messina,  orgoglio della nostra Messinità- seguendo la sua vita in parallelo a quella di Santa Eustochia.
Fin da ragazzo, Antonello vuol fare il pittore: non cede all’insistenza del nonno che lo vedrebbe alla guida della sua attività mercantile; né del padre che vuole che prosegua la sua attività di manzonus e scalpellino.
Estroverso, egli si dibatte tra l’aspirazione ad esplorare nuovi territori di conoscenza nel campo della pittura ad olio e il suo legame viscerale con Messina; tra le intriganti offerte di lavoro fuori dalla Sicilia e la profonda nostalgia per la città dello Stretto.
Carattere molto riservato quello di Suor Smeralda, al secolo Santa Eustochia: la fondatrice dell’ordine delle Clarisse a Messina.  
Il film accompagna lo spettatore nei momenti più importanti della vita dei due protagonisti: la fanciullezza, con i loro sentimenti e i loro giochi ; la giovinezza con le scelte di vita e gli ostacoli 'familiari' da superare; la maturità: con Antonello, ormai padrone della nuova arte della pittura ad olio; con Santa Eustochia che nel monastero di Montevergine riconduce le sue consorelle all’autentico spirito francescano.
E’ così che si possono cogliere tratti comuni alle due esperienze di vita: simbologie pittoriche che si ricollegano ai loro giochi fanciulleschi; ambientazioni di forte richiamo evangelico quali la Crocifissione , l’Annunciazione; e il quadro dell’Annunciata del palazzo Abatellis di Palermo: anello di amicizia tra i due e tematica centrale del film.
In forma di fiction- in una miscellanea di colori, atmosfere, ambientazioni paesaggistiche (come la località Pantano a Rometta; i giardini di Montalto; il porto di Messina, la chiesa di Santo Stefano di Salice e la presunta tomba di Antonello da Messina, a Santa Maria di Gesù Superiore di Ritiro) e con una sentita e nutrita partecipazione di un cast di oltre 40 persone, tra attori,scenografi, costumisti e fotografi - 'l pittore e la Santa' offre uno spaccato di vita del ’400 in Sicilia, proponendo- al di là del tempo  e dell’importanza dei due protagonisti- la forte determinazione di due giovani nel perseguire le loro scelte di vita, ribelli al volere delle loro famiglie di origine.
Felici di poter trasmettere- in ogni momento della loro vita- il profondo amore per l’insegnamento di S. Francesco d’Assisi.


Un nuovo modo di gestire i siti


Con MMS non serve uno specialista per gestire un sito:
chiunque in un quarto d'ora impara a farlo da solo.


Non più costi di programmatori per gestire il proprio sito, non più siti vecchi perché manca qualcuno in grado di aggiornare i contenuti. Anche il sito FIJET è fatto con MMS

Se vuoi un sito facile da gestire, che si aggiorna molto rapidamente e costa molto poco CONTATTACI.
 


Business Network internazionale

dove le piccole imprese e gli operatori turistici
promuovono sul web i loro prodotti e servizi
senza costi di sviluppo siti e di programmatori



Business in China

Il Gruppo di interesse Linkedin di chi è interessato ad attività commerciali con la China. Oltre 60.000 iscritti!


 PAGINE [ più recente: 7 ] [ archivio: 6 - 5 - 4 - 3 - 2 - 1 - ]

FLAI - Via Modigliani 37
92019 SCIACCA (AG)
Tel. 339.8721309 / 338.4585627
Mail info@fijet.it
C.F. 10759460156

Privacy &
Cookies



FLAI - Via Modigliani 37
92019 SCIACCA (AG)
Tel. 339.8721309 / 338.4585627
Mail info@fijet.it
C.F. 10759460156

Powered by MMS - © 2017 EUROTEAM