FLAI - Free Lance Associazione Italiana
FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

FLAI - Free Lance Associazione Italiana

FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

HOME PAGE
FLAI-FIJET
NEWS 2019
ARCHIVIO NEWS
GALLERY
LINK UTILI

HOME PAGE

FLAI-FIJET

NEWS 2019

ARCHIVIO NEWS

GALLERY

LINK UTILI



Il misterioso caso della Vergine Dormiente del centro storico di Palermo in cui si trovava la bizzarra reliquia di un santo Crociato

di Rosa Maria Ponte - 25 novembre 2019

Edizione Sensoinverso Ravenna. Si parla di una chiesa - reale o inventata di sana pianta? .

 
Michele avvertiva colpi di spada e persino il fetore della peste, mentre ascoltava la storia di San Barbato il Penitente. La vicenda dei suoi resti esposti in una teca della chiesa dei Santi Arcangeli Minori, nel degradato centro storico di Palermo in via dei Cerai, altro non era che una fiaba.
In realtà non vi era niente di documentato nella storia portata avanti dalla tradizione orale che l’attuale parroco e quelli prima di lui, rispolveravano ogni diciannove febbraio. ... niente vi era di certificato sull’anno di morte del Penitente che fu principe normanno e crociato e che, sotto le mura di Gerusalemme, morì di peste in un diciannove di febbraio, mentre sugli spalti della Città Santa, ferveva la battaglia.

Ogni anno, in questa data, ...veniva officiata una messa solenne nell’altare su cui incombeva quel che restava del sacro corpo. Per l’occasione, le panche venivano girate verso il transetto ...in modo che tutti i fedeli potessero vedere lo splendore della sacra spoglia ...'Noi tutti finiremo così' diceva, ... scuotendo l’indice verso la teca, dove si trovava lo scheletro in piedi del Crociato. ' Proprio così no, di noi rimarranno quattro ossa, ma senza tutti quei gioielli addosso e senza uno spadone tra le gambe' pensava Michele... Che il guerriero fosse andato via terra nei luoghi dov’era vissuto il Signore molti ne erano certi, mentre non mancava chi asseriva che ... avesse attraversato il mare. Ma del fatto che il corpo, scarnificato dopo la bollitura, ... avesse percorso la terraferma, nessuno aveva mai dubitato, poiché, si diceva, che ogni città e villaggio colpiti dalla peste che la salma aveva attraversato fossero stati miracolosamente purificati durante il suo passaggio…


Il parroco proseguiva dicendo che, prima che il santo scheletro si allontanasse ... i nobili e i regnanti gli facevano doni in oro e pietre preziose che i seguaci mettevano in un sacco... Ma una notte accadde che...il Penitente apparisse a un poverello e gli ordinasse di riferire al re di donare ai miseri ... quel tesoro, altrimenti mai più avrebbe fatto il miracolo di guarire dalla peste... Il re, incollerito, gli gridò: ... “A morte!” ... le guardie lo frustarono, gli strapparono gli occhi e la lingua e ... lo arsero nella pubblica piazza... Il re poi ... diede l’incarico ai migliori orafi di corte di ricoprire lo scheletro con quei nobili metalli e di incastonarvi le pietre preziose …
Quando nell’anno 1624 scoppiò la peste, si pensò di portare la reliquia in giro per le strade della città. Ma il santo, come aveva predetto al pover’uomo, non fece il miracolo e la gente continuò a morire.


Un nuovo modo di gestire i siti


Con MMS non serve uno specialista per gestire un sito:
chiunque in un quarto d'ora impara a farlo da solo.


Non più costi di programmatori per gestire il proprio sito, non più siti vecchi perché manca qualcuno in grado di aggiornare i contenuti. Anche il sito FIJET è fatto con MMS

Se vuoi un sito facile da gestire, che si aggiorna molto rapidamente e costa molto poco CONTATTACI.
 


Business Network internazionale

dove le piccole imprese e gli operatori turistici
promuovono sul web i loro prodotti e servizi
senza costi di sviluppo siti e di programmatori



Business in China

Il Gruppo di interesse Linkedin di chi è interessato ad attività commerciali con la China. Oltre 60.000 iscritti!



Il misterioso caso della Vergine Dormiente del centro storico di Palermo in cui si trovava la bizzarra reliquia di un santo Crociato

di Rosa Maria Ponte - 25 novembre 2019

Edizione Sensoinverso Ravenna. Si parla di una chiesa - reale o inventata di sana pianta? .

 
Michele avvertiva colpi di spada e persino il fetore della peste, mentre ascoltava la storia di San Barbato il Penitente. La vicenda dei suoi resti esposti in una teca della chiesa dei Santi Arcangeli Minori, nel degradato centro storico di Palermo in via dei Cerai, altro non era che una fiaba.
In realtà non vi era niente di documentato nella storia portata avanti dalla tradizione orale che l’attuale parroco e quelli prima di lui, rispolveravano ogni diciannove febbraio. ... niente vi era di certificato sull’anno di morte del Penitente che fu principe normanno e crociato e che, sotto le mura di Gerusalemme, morì di peste in un diciannove di febbraio, mentre sugli spalti della Città Santa, ferveva la battaglia.

Ogni anno, in questa data, ...veniva officiata una messa solenne nell’altare su cui incombeva quel che restava del sacro corpo. Per l’occasione, le panche venivano girate verso il transetto ...in modo che tutti i fedeli potessero vedere lo splendore della sacra spoglia ...'Noi tutti finiremo così' diceva, ... scuotendo l’indice verso la teca, dove si trovava lo scheletro in piedi del Crociato. ' Proprio così no, di noi rimarranno quattro ossa, ma senza tutti quei gioielli addosso e senza uno spadone tra le gambe' pensava Michele... Che il guerriero fosse andato via terra nei luoghi dov’era vissuto il Signore molti ne erano certi, mentre non mancava chi asseriva che ... avesse attraversato il mare. Ma del fatto che il corpo, scarnificato dopo la bollitura, ... avesse percorso la terraferma, nessuno aveva mai dubitato, poiché, si diceva, che ogni città e villaggio colpiti dalla peste che la salma aveva attraversato fossero stati miracolosamente purificati durante il suo passaggio…


Il parroco proseguiva dicendo che, prima che il santo scheletro si allontanasse ... i nobili e i regnanti gli facevano doni in oro e pietre preziose che i seguaci mettevano in un sacco... Ma una notte accadde che...il Penitente apparisse a un poverello e gli ordinasse di riferire al re di donare ai miseri ... quel tesoro, altrimenti mai più avrebbe fatto il miracolo di guarire dalla peste... Il re, incollerito, gli gridò: ... “A morte!” ... le guardie lo frustarono, gli strapparono gli occhi e la lingua e ... lo arsero nella pubblica piazza... Il re poi ... diede l’incarico ai migliori orafi di corte di ricoprire lo scheletro con quei nobili metalli e di incastonarvi le pietre preziose …
Quando nell’anno 1624 scoppiò la peste, si pensò di portare la reliquia in giro per le strade della città. Ma il santo, come aveva predetto al pover’uomo, non fece il miracolo e la gente continuò a morire.


Un nuovo modo di gestire i siti


Con MMS non serve uno specialista per gestire un sito:
chiunque in un quarto d'ora impara a farlo da solo.


Non più costi di programmatori per gestire il proprio sito, non più siti vecchi perché manca qualcuno in grado di aggiornare i contenuti. Anche il sito FIJET è fatto con MMS

Se vuoi un sito facile da gestire, che si aggiorna molto rapidamente e costa molto poco CONTATTACI.
 


Business Network internazionale

dove le piccole imprese e gli operatori turistici
promuovono sul web i loro prodotti e servizi
senza costi di sviluppo siti e di programmatori



Business in China

Il Gruppo di interesse Linkedin di chi è interessato ad attività commerciali con la China. Oltre 60.000 iscritti!



Il misterioso caso della Vergine Dormiente del centro storico di Palermo in cui si trovava la bizzarra reliquia di un santo Crociato

di Rosa Maria Ponte - 25 novembre 2019

Edizione Sensoinverso Ravenna. Si parla di una chiesa - reale o inventata di sana pianta? .

 
Michele avvertiva colpi di spada e persino il fetore della peste, mentre ascoltava la storia di San Barbato il Penitente. La vicenda dei suoi resti esposti in una teca della chiesa dei Santi Arcangeli Minori, nel degradato centro storico di Palermo in via dei Cerai, altro non era che una fiaba.
In realtà non vi era niente di documentato nella storia portata avanti dalla tradizione orale che l’attuale parroco e quelli prima di lui, rispolveravano ogni diciannove febbraio. ... niente vi era di certificato sull’anno di morte del Penitente che fu principe normanno e crociato e che, sotto le mura di Gerusalemme, morì di peste in un diciannove di febbraio, mentre sugli spalti della Città Santa, ferveva la battaglia.

Ogni anno, in questa data, ...veniva officiata una messa solenne nell’altare su cui incombeva quel che restava del sacro corpo. Per l’occasione, le panche venivano girate verso il transetto ...in modo che tutti i fedeli potessero vedere lo splendore della sacra spoglia ...'Noi tutti finiremo così' diceva, ... scuotendo l’indice verso la teca, dove si trovava lo scheletro in piedi del Crociato. ' Proprio così no, di noi rimarranno quattro ossa, ma senza tutti quei gioielli addosso e senza uno spadone tra le gambe' pensava Michele... Che il guerriero fosse andato via terra nei luoghi dov’era vissuto il Signore molti ne erano certi, mentre non mancava chi asseriva che ... avesse attraversato il mare. Ma del fatto che il corpo, scarnificato dopo la bollitura, ... avesse percorso la terraferma, nessuno aveva mai dubitato, poiché, si diceva, che ogni città e villaggio colpiti dalla peste che la salma aveva attraversato fossero stati miracolosamente purificati durante il suo passaggio…


Il parroco proseguiva dicendo che, prima che il santo scheletro si allontanasse ... i nobili e i regnanti gli facevano doni in oro e pietre preziose che i seguaci mettevano in un sacco... Ma una notte accadde che...il Penitente apparisse a un poverello e gli ordinasse di riferire al re di donare ai miseri ... quel tesoro, altrimenti mai più avrebbe fatto il miracolo di guarire dalla peste... Il re, incollerito, gli gridò: ... “A morte!” ... le guardie lo frustarono, gli strapparono gli occhi e la lingua e ... lo arsero nella pubblica piazza... Il re poi ... diede l’incarico ai migliori orafi di corte di ricoprire lo scheletro con quei nobili metalli e di incastonarvi le pietre preziose …
Quando nell’anno 1624 scoppiò la peste, si pensò di portare la reliquia in giro per le strade della città. Ma il santo, come aveva predetto al pover’uomo, non fece il miracolo e la gente continuò a morire.


Un nuovo modo di gestire i siti


Con MMS non serve uno specialista per gestire un sito:
chiunque in un quarto d'ora impara a farlo da solo.


Non più costi di programmatori per gestire il proprio sito, non più siti vecchi perché manca qualcuno in grado di aggiornare i contenuti. Anche il sito FIJET è fatto con MMS

Se vuoi un sito facile da gestire, che si aggiorna molto rapidamente e costa molto poco CONTATTACI.
 


Business Network internazionale

dove le piccole imprese e gli operatori turistici
promuovono sul web i loro prodotti e servizi
senza costi di sviluppo siti e di programmatori



Business in China

Il Gruppo di interesse Linkedin di chi è interessato ad attività commerciali con la China. Oltre 60.000 iscritti!


 PAGINE [ più recente: 26 ] [ archivio: 25 - 24 - 23 - 22 - 21 - 20 - 19 - 18 - 17 - 16 - 15 - 14 - 13 - 12 - 11 - 10 - 9 - 8 - 7 - 6 - 5 - 4 - 3 - 2 - 1 - ]

FLAI - Via Modigliani 37
92019 SCIACCA (AG)
Tel. 339.8721309 / 338.4585627
Mail info@fijet.it
C.F. 10759460156

Privacy &
Cookies



FLAI - Via Modigliani 37
92019 SCIACCA (AG)
Tel. 339.8721309 / 338.4585627
Mail info@fijet.it
C.F. 10759460156

Powered by MMS - © 2017 EUROTEAM