FLAI - Free Lance Associazione Italiana
FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

FLAI - Free Lance Associazione Italiana

FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

HOME PAGE
FLAI-FIJET
NEWS 2021
ARCHIVIO NEWS
GALLERY
LINK UTILI

HOME PAGE

FLAI-FIJET

NEWS 2021

ARCHIVIO NEWS

GALLERY

LINK UTILI



Successo ha riscosso a Palermo la prima edizione della "Conferenza regionale Istruzione, scuola, università e formazione professionale in Sicilia”, promossa dalla Regione con il sostegno del Fondo sociale europeo, organizzata dall'assessorato regionale all'istruzione e formazione

di Giacomo Glaviano 23 novembre 2021

"Da Palermo un segno fortissimo del Paese che vogliamo costruire. Sembra passare l’informazione che la scuola non sia importante, invece mai come in questo momento abbiamo bisogno di scuola e di più scuola. Vuol dire capacità di reagire ai momenti più duri, capacità critica per leggere il mondo complesso".



"Così ha esordito il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi intervenuto in collegamento da Roma in conclusione dei lavori della Conferenza regionale Istruzione tenutasi a Palermo. Vedo un’Italia che ha una scuola di straordinaria capacità - ha ribadito dialogando con il direttore del Giornale di Sicilia Marco Romano - capace di affrontare non solo il Covid, ma che di fronte alla pandemia ha reagito. Siamo in grado di dare a tutta Europa un’altra opportunità, una scuola per l’Europa è un titolo forte: per l’Europa l’Italia è punto di riferimento, siamo stati in grado di riaprire la scuola mettendo in campo tutte le capacità. Dobbiamo ancora di più utilizzarle anche in base agli elementi emersi dal dibattito, per superare il divario territoriale e la deriva di povertà educativa che ha colpito gran parte del territorio".

"I giovani - ha aggiunto - hanno bisogno di vedere che simo capaci di mettere le bandiere da parte. E noi come scuola siamo assolutamente capaci di questo, sentendoci in connessione con l’Università. Il mondo della scuola ha mantenuto un alto profilo di responsabilità, il 94% ha avuto la prima dose di vaccino, il 92% la seconda e siamo pronti alla terza. La scuola più di ogni altra istituzione ha dimostrato responsabilità civile> ha sottolineato il ministro ricordando poi la sinergia con l’amministrazione regionale siciliana in diverse tappe come il piano estate o il mantenimento dei più piccoli in classe. Una condivisione sottolineata anche dall’assessore Roberto Lagalla:
L'iniziativa rientra nel progetto "Supporto all'attuazione della strategia di comunicazione del POR-FSE 2014-2020" della Regione Siciliana,attuato da Formez Palermo. Registrata la presenza di una folta rappresentanza di studenti e docenti del mondo della scuola e delle università siciliane e nazionali, ma anche esperti del settore che si sono confrontati su diverse tematiche: dalla scuola primaria alla formazione on the job, dalle politiche di inclusione alla mobilità internazionale, dal sistema Its alla valorizzazione della ricerca, dal sistema duale alla creazione d'impresa e start up.

Partendo dallo stato attuale del sistema scolastico e universitario e dall'analisi delle criticità presenti si sono avanzate proposte e sono stati posti obiettivi per il futuro, puntando a una nuova visione di modelli educativi che va di pari passo con l'Europa, con le priorità di intervento e gli standard qualitativi comunitari.



"L’evento - ha sottolineato l’assessore Roberto Lagalla - ha rappresentato un momento prezioso di condivisione, raccolta di proposte e idee provenienti dai tanti attori del complesso sistema educativo della Regione. Adesso mi aspetto il rafforzamento di un patto con la società, con i giovani e le famiglie. Dobbiamo restituire voce e protagonismo a tutti gli attori del mondo dell’istruzione".

Dopo la prima giornata di lavori, ospitata nella Sala d'Ercole di Palazzo dei Normanni, che ha visto la partecipazione del ministro dell’Università e ricerca, Maria Cristina Messa, la Conferenza regionale è proseguita nell'Aula magna del dipartimento di Scienze economiche, aziendali e statistiche in viale delle Scienze con interventi di esperti e talk moderati da giornalisti.

I suggerimenti e le riflessioni emerse sono state lanciate proprio dai protagonisti dei luoghi di studio e di formazione: va proprio in questa direzione la volontà di fare introdurre i lavori odierni ad Amel Chaouch, studentessa di origini tunisine del Liceo linguistico Cassarà di Palermo che, con un incipit in diverse lingue, ha letto una lettera al mondo dell'istruzione in cui emergono le sue speranze, i timori ma anche i sogni, come quello di diventare interprete della Commissione europea.

Contrasto alla povertà educativa, promozione del diritto allo studio, superamento dei divari territoriali, internazionalizzazione e interconnessione con il mondo del lavoro: sono questi alcuni dei temi affrontati dai relatori che si sono messi a confronto anche in più tavoli di lavoro tematici che si sono svolti in contemporanea, dedicati all'internazionalizzazione del sistema istruzione in Sicilia, alla formazione on the job, al sistema duale e alla creazione d'impresa e start up, agli Its, gli Istituti tecnici superiori siciliani, ma anche all'accesso all'Università, tra diritto allo studio e politiche di contrasto alla povertà educativa e alle disuguaglianze, alla mobilità internazionale e alla valorizzazione del capitale umano, alla ricerca, l'innovazione e lo sviluppo nel territorio e tanti altri.

Particolare attenzione è stata data al futuro dell’istruzione post Covid e alle opportunità e risorse offerte dal Pnrr che, se ben utilizzate, potranno rendere più agevole e adeguato al superamento delle sfide educative il cammino che il settore è chiamato ad affrontare.





Un nuovo modo di gestire i siti


Con MMS non serve uno specialista per gestire un sito:
chiunque in un quarto d'ora impara a farlo da solo.


Non più costi di programmatori per gestire i siti, non più siti vecchi perché manca chi sa aggiornare i contenuti.
Per un sito facile da gestire che costi poco CONTATTACI.

Anche il sito FIJET è stato creato con MMS.
 


Business Network internazionale

dove le piccole imprese e gli operatori turistici
promuovono sul web i loro prodotti e servizi
senza costi di sviluppo siti e di programmatori






Lastminute Tunisie: vacanze e risparmio

Tariffe hotel scontate per le vostre vacanze in Tunisia
www.lastminutetunisie.com propone hotel a 4-5 stelle con mezza pensione o pensione completa, mentre con altri siti, come Booking o Expedia, il ristorante si paga come extra, per cui il costo totale è maggiore.



Africa Jade - Korba

Un gioiello dell'ospitalità tunisina

Splendide piante tropicali e grandi prati all'inglese, la bianca sabbia di Korba e un mare cristallino fanno di questo hotel uno dei luoghi più apprezzati in cui trascorrere le vacanze in Tunisia.


 Benvenuti nelle nostre ville in Costa Smeralda e Costa del Sol: fascino classico e moderno stile di vita per ricordi indimenticabili.

 Shuttle fra vs. hotel e aeroporti di Lisbona, Oporto e Faro. Servizi TUC-TUC per la visita della città e servizi turistici a richesta.





Successo ha riscosso a Palermo la prima edizione della "Conferenza regionale Istruzione, scuola, università e formazione professionale in Sicilia”, promossa dalla Regione con il sostegno del Fondo sociale europeo, organizzata dall'assessorato regionale all'istruzione e formazione

di Giacomo Glaviano 23 novembre 2021

"Da Palermo un segno fortissimo del Paese che vogliamo costruire. Sembra passare l’informazione che la scuola non sia importante, invece mai come in questo momento abbiamo bisogno di scuola e di più scuola. Vuol dire capacità di reagire ai momenti più duri, capacità critica per leggere il mondo complesso".



"Così ha esordito il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi intervenuto in collegamento da Roma in conclusione dei lavori della Conferenza regionale Istruzione tenutasi a Palermo. Vedo un’Italia che ha una scuola di straordinaria capacità - ha ribadito dialogando con il direttore del Giornale di Sicilia Marco Romano - capace di affrontare non solo il Covid, ma che di fronte alla pandemia ha reagito. Siamo in grado di dare a tutta Europa un’altra opportunità, una scuola per l’Europa è un titolo forte: per l’Europa l’Italia è punto di riferimento, siamo stati in grado di riaprire la scuola mettendo in campo tutte le capacità. Dobbiamo ancora di più utilizzarle anche in base agli elementi emersi dal dibattito, per superare il divario territoriale e la deriva di povertà educativa che ha colpito gran parte del territorio".

"I giovani - ha aggiunto - hanno bisogno di vedere che simo capaci di mettere le bandiere da parte. E noi come scuola siamo assolutamente capaci di questo, sentendoci in connessione con l’Università. Il mondo della scuola ha mantenuto un alto profilo di responsabilità, il 94% ha avuto la prima dose di vaccino, il 92% la seconda e siamo pronti alla terza. La scuola più di ogni altra istituzione ha dimostrato responsabilità civile> ha sottolineato il ministro ricordando poi la sinergia con l’amministrazione regionale siciliana in diverse tappe come il piano estate o il mantenimento dei più piccoli in classe. Una condivisione sottolineata anche dall’assessore Roberto Lagalla:
L'iniziativa rientra nel progetto "Supporto all'attuazione della strategia di comunicazione del POR-FSE 2014-2020" della Regione Siciliana,attuato da Formez Palermo. Registrata la presenza di una folta rappresentanza di studenti e docenti del mondo della scuola e delle università siciliane e nazionali, ma anche esperti del settore che si sono confrontati su diverse tematiche: dalla scuola primaria alla formazione on the job, dalle politiche di inclusione alla mobilità internazionale, dal sistema Its alla valorizzazione della ricerca, dal sistema duale alla creazione d'impresa e start up.

Partendo dallo stato attuale del sistema scolastico e universitario e dall'analisi delle criticità presenti si sono avanzate proposte e sono stati posti obiettivi per il futuro, puntando a una nuova visione di modelli educativi che va di pari passo con l'Europa, con le priorità di intervento e gli standard qualitativi comunitari.



"L’evento - ha sottolineato l’assessore Roberto Lagalla - ha rappresentato un momento prezioso di condivisione, raccolta di proposte e idee provenienti dai tanti attori del complesso sistema educativo della Regione. Adesso mi aspetto il rafforzamento di un patto con la società, con i giovani e le famiglie. Dobbiamo restituire voce e protagonismo a tutti gli attori del mondo dell’istruzione".

Dopo la prima giornata di lavori, ospitata nella Sala d'Ercole di Palazzo dei Normanni, che ha visto la partecipazione del ministro dell’Università e ricerca, Maria Cristina Messa, la Conferenza regionale è proseguita nell'Aula magna del dipartimento di Scienze economiche, aziendali e statistiche in viale delle Scienze con interventi di esperti e talk moderati da giornalisti.

I suggerimenti e le riflessioni emerse sono state lanciate proprio dai protagonisti dei luoghi di studio e di formazione: va proprio in questa direzione la volontà di fare introdurre i lavori odierni ad Amel Chaouch, studentessa di origini tunisine del Liceo linguistico Cassarà di Palermo che, con un incipit in diverse lingue, ha letto una lettera al mondo dell'istruzione in cui emergono le sue speranze, i timori ma anche i sogni, come quello di diventare interprete della Commissione europea.

Contrasto alla povertà educativa, promozione del diritto allo studio, superamento dei divari territoriali, internazionalizzazione e interconnessione con il mondo del lavoro: sono questi alcuni dei temi affrontati dai relatori che si sono messi a confronto anche in più tavoli di lavoro tematici che si sono svolti in contemporanea, dedicati all'internazionalizzazione del sistema istruzione in Sicilia, alla formazione on the job, al sistema duale e alla creazione d'impresa e start up, agli Its, gli Istituti tecnici superiori siciliani, ma anche all'accesso all'Università, tra diritto allo studio e politiche di contrasto alla povertà educativa e alle disuguaglianze, alla mobilità internazionale e alla valorizzazione del capitale umano, alla ricerca, l'innovazione e lo sviluppo nel territorio e tanti altri.

Particolare attenzione è stata data al futuro dell’istruzione post Covid e alle opportunità e risorse offerte dal Pnrr che, se ben utilizzate, potranno rendere più agevole e adeguato al superamento delle sfide educative il cammino che il settore è chiamato ad affrontare.





Un nuovo modo di gestire i siti


Con MMS non serve uno specialista per gestire un sito:
chiunque in un quarto d'ora impara a farlo da solo.


Non più costi di programmatori per gestire i siti, non più siti vecchi perché manca chi sa aggiornare i contenuti.
Per un sito facile da gestire che costi poco CONTATTACI.

Anche il sito FIJET è stato creato con MMS.
 


Business Network internazionale

dove le piccole imprese e gli operatori turistici
promuovono sul web i loro prodotti e servizi
senza costi di sviluppo siti e di programmatori






Lastminute Tunisie: vacanze e risparmio

Tariffe hotel scontate per le vostre vacanze in Tunisia
www.lastminutetunisie.com propone hotel a 4-5 stelle con mezza pensione o pensione completa, mentre con altri siti, come Booking o Expedia, il ristorante si paga come extra, per cui il costo totale è maggiore.



Africa Jade - Korba

Un gioiello dell'ospitalità tunisina

Splendide piante tropicali e grandi prati all'inglese, la bianca sabbia di Korba e un mare cristallino fanno di questo hotel uno dei luoghi più apprezzati in cui trascorrere le vacanze in Tunisia.


 Benvenuti nelle nostre ville in Costa Smeralda e Costa del Sol: fascino classico e moderno stile di vita per ricordi indimenticabili.

 Shuttle fra vs. hotel e aeroporti di Lisbona, Oporto e Faro. Servizi TUC-TUC per la visita della città e servizi turistici a richesta.





Successo ha riscosso a Palermo la prima edizione della "Conferenza regionale Istruzione, scuola, università e formazione professionale in Sicilia”, promossa dalla Regione con il sostegno del Fondo sociale europeo, organizzata dall'assessorato regionale all'istruzione e formazione

di Giacomo Glaviano 23 novembre 2021

"Da Palermo un segno fortissimo del Paese che vogliamo costruire. Sembra passare l’informazione che la scuola non sia importante, invece mai come in questo momento abbiamo bisogno di scuola e di più scuola. Vuol dire capacità di reagire ai momenti più duri, capacità critica per leggere il mondo complesso".



"Così ha esordito il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi intervenuto in collegamento da Roma in conclusione dei lavori della Conferenza regionale Istruzione tenutasi a Palermo. Vedo un’Italia che ha una scuola di straordinaria capacità - ha ribadito dialogando con il direttore del Giornale di Sicilia Marco Romano - capace di affrontare non solo il Covid, ma che di fronte alla pandemia ha reagito. Siamo in grado di dare a tutta Europa un’altra opportunità, una scuola per l’Europa è un titolo forte: per l’Europa l’Italia è punto di riferimento, siamo stati in grado di riaprire la scuola mettendo in campo tutte le capacità. Dobbiamo ancora di più utilizzarle anche in base agli elementi emersi dal dibattito, per superare il divario territoriale e la deriva di povertà educativa che ha colpito gran parte del territorio".

"I giovani - ha aggiunto - hanno bisogno di vedere che simo capaci di mettere le bandiere da parte. E noi come scuola siamo assolutamente capaci di questo, sentendoci in connessione con l’Università. Il mondo della scuola ha mantenuto un alto profilo di responsabilità, il 94% ha avuto la prima dose di vaccino, il 92% la seconda e siamo pronti alla terza. La scuola più di ogni altra istituzione ha dimostrato responsabilità civile> ha sottolineato il ministro ricordando poi la sinergia con l’amministrazione regionale siciliana in diverse tappe come il piano estate o il mantenimento dei più piccoli in classe. Una condivisione sottolineata anche dall’assessore Roberto Lagalla:
L'iniziativa rientra nel progetto "Supporto all'attuazione della strategia di comunicazione del POR-FSE 2014-2020" della Regione Siciliana,attuato da Formez Palermo. Registrata la presenza di una folta rappresentanza di studenti e docenti del mondo della scuola e delle università siciliane e nazionali, ma anche esperti del settore che si sono confrontati su diverse tematiche: dalla scuola primaria alla formazione on the job, dalle politiche di inclusione alla mobilità internazionale, dal sistema Its alla valorizzazione della ricerca, dal sistema duale alla creazione d'impresa e start up.

Partendo dallo stato attuale del sistema scolastico e universitario e dall'analisi delle criticità presenti si sono avanzate proposte e sono stati posti obiettivi per il futuro, puntando a una nuova visione di modelli educativi che va di pari passo con l'Europa, con le priorità di intervento e gli standard qualitativi comunitari.



"L’evento - ha sottolineato l’assessore Roberto Lagalla - ha rappresentato un momento prezioso di condivisione, raccolta di proposte e idee provenienti dai tanti attori del complesso sistema educativo della Regione. Adesso mi aspetto il rafforzamento di un patto con la società, con i giovani e le famiglie. Dobbiamo restituire voce e protagonismo a tutti gli attori del mondo dell’istruzione".

Dopo la prima giornata di lavori, ospitata nella Sala d'Ercole di Palazzo dei Normanni, che ha visto la partecipazione del ministro dell’Università e ricerca, Maria Cristina Messa, la Conferenza regionale è proseguita nell'Aula magna del dipartimento di Scienze economiche, aziendali e statistiche in viale delle Scienze con interventi di esperti e talk moderati da giornalisti.

I suggerimenti e le riflessioni emerse sono state lanciate proprio dai protagonisti dei luoghi di studio e di formazione: va proprio in questa direzione la volontà di fare introdurre i lavori odierni ad Amel Chaouch, studentessa di origini tunisine del Liceo linguistico Cassarà di Palermo che, con un incipit in diverse lingue, ha letto una lettera al mondo dell'istruzione in cui emergono le sue speranze, i timori ma anche i sogni, come quello di diventare interprete della Commissione europea.

Contrasto alla povertà educativa, promozione del diritto allo studio, superamento dei divari territoriali, internazionalizzazione e interconnessione con il mondo del lavoro: sono questi alcuni dei temi affrontati dai relatori che si sono messi a confronto anche in più tavoli di lavoro tematici che si sono svolti in contemporanea, dedicati all'internazionalizzazione del sistema istruzione in Sicilia, alla formazione on the job, al sistema duale e alla creazione d'impresa e start up, agli Its, gli Istituti tecnici superiori siciliani, ma anche all'accesso all'Università, tra diritto allo studio e politiche di contrasto alla povertà educativa e alle disuguaglianze, alla mobilità internazionale e alla valorizzazione del capitale umano, alla ricerca, l'innovazione e lo sviluppo nel territorio e tanti altri.

Particolare attenzione è stata data al futuro dell’istruzione post Covid e alle opportunità e risorse offerte dal Pnrr che, se ben utilizzate, potranno rendere più agevole e adeguato al superamento delle sfide educative il cammino che il settore è chiamato ad affrontare.





Un nuovo modo di gestire i siti


Con MMS non serve uno specialista per gestire un sito:
chiunque in un quarto d'ora impara a farlo da solo.


Non più costi di programmatori per gestire i siti, non più siti vecchi perché manca chi sa aggiornare i contenuti.
Per un sito facile da gestire che costi poco CONTATTACI.

Anche il sito FIJET è stato creato con MMS.
 


Business Network internazionale

dove le piccole imprese e gli operatori turistici
promuovono sul web i loro prodotti e servizi
senza costi di sviluppo siti e di programmatori






Lastminute Tunisie: vacanze e risparmio

Tariffe hotel scontate per le vostre vacanze in Tunisia
www.lastminutetunisie.com propone hotel a 4-5 stelle con mezza pensione o pensione completa, mentre con altri siti, come Booking o Expedia, il ristorante si paga come extra, per cui il costo totale è maggiore.



Africa Jade - Korba

Un gioiello dell'ospitalità tunisina

Splendide piante tropicali e grandi prati all'inglese, la bianca sabbia di Korba e un mare cristallino fanno di questo hotel uno dei luoghi più apprezzati in cui trascorrere le vacanze in Tunisia.


 Benvenuti nelle nostre ville in Costa Smeralda e Costa del Sol: fascino classico e moderno stile di vita per ricordi indimenticabili.

 Shuttle fra vs. hotel e aeroporti di Lisbona, Oporto e Faro. Servizi TUC-TUC per la visita della città e servizi turistici a richesta.




 PAGINE [ più recente: 21 ] [ archivio: 20 - 19 - 18 - 17 - 16 - 15 - 14 - 13 - 12 - 11 - 10 - 9 - 8 - 7 - 6 - 5 - 4 - 3 - 2 - 1 - ]

FLAI - Via Modigliani 37
92019 SCIACCA (AG)
Tel. 339.8721309 / 338.4585627
Mail info@fijet.it
C.F. 10759460156

Privacy &
Cookies



FLAI - Via Modigliani 37
92019 SCIACCA (AG)
Tel. 339.8721309 / 338.4585627
Mail info@fijet.it
C.F. 10759460156

Powered by MMS - © 2017 EUROTEAM