FLAI - Free Lance Associazione Italiana
FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

FLAI - Free Lance Associazione Italiana

FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

HOME PAGE
FLAI-FIJET
NEWS 2022
ARCHIVIO NEWS
GALLERY
LINK UTILI

HOME PAGE

FLAI-FIJET

NEWS 2022

ARCHIVIO NEWS

GALLERY

LINK UTILI



Il Viaggio in Polonia.Visitare nuovi luoghi, tornare a scoprire nuove mete, anche a poche ore di distanza.La posizione privilegiata dell’Italia in Europa ci permette veloci spostamenti alla scoperta di città ricche di tradizioni, storia e continuo fermento, una di queste interessanti mete è la Polonia.

di Silvia Lunardo 13 gennaio 2022


Imponenti dune di sabbia, il pozzo di petrolio più antico del mondo, la più grande concentrazione di laghi del continente… tutto questo è possibile scoprirlo viaggiando attraverso la Polonia.


Splendide città ricche di storia e cariche di notevole patrimonio artistico, culturale e architettonico come Cracovia, Varsavia, Danzica e Breslavia. Ben 16 siti Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO che da soli giustificherebbero il viaggio. Ma anche 23 Parchi Nazionali con la loro incontaminata natura, grandiosa e impressionante per spingersi alle catene montuose meridionali, ideali per chi vuole praticare sport invernali.

Un paese che ti sorprende, lontano da ciò che era anni fa o dall’immaginario comune, perché in veloce trasformazione, fucina di idee, in continuo fermento artistico e culturale.

Una Polonia meno nota quella da scoprire, grazie alla collaborazione dell’ Istituto Polacco di Roma e Polonia Travel vengono svelati itinerari ricchi di storia e bellezza. I suggerimenti partiranno tutti da una visita alle città d’arte, Cracovia e Breslavia, alla capitale Varsavia o alla città portuale di Danzica.
Quattro mete imperdibili che racchiudono in sé fascino, storia e cultura, da abbinare all’anima green del paese.



Cracovia è una delle più antiche città della Polonia. Antica residenza di re, considerata capitale della cultura polacca. Basta pensare che qui si trovano oltre 5mila siti di interesse storico, tra cui il Castello Reale sul Wawel, la Basilica di Santa Maria, Sukiennice, ovvero il Mercato dei Tessuti e l’Università Jagellonica, l’ateneo più longevo della Polonia, senza dimenticare il centro storico della città, riconosciuto dall’UNESCO come uno dei 12 più preziosi complessi architettonici del mondo.
La Regione di cui è capoluogo, Malopolska, è anch’essa la più ricca dal punto di vista culturale, storico (conta ben 5 siti Patrimonio dell’Umanità UNESCO), gastronomico (possiede il maggior numero di alimenti iscritti alla lista dei cibi tradizionali, IGP e DOP, della Polonia), paesaggistico, oltre a vantare montagne (tra cui i maestosi Monti Tatra, i più dolci Beschidi e Pieniny) e acque termali dalle proprietà altamente benefiche.

Caratteristica di questo angolo sud-orientale della Polonia, è l’architettura in legno rappresentata magnificamente da alcune centinaia di chiese ortodosse e cattoliche (tra cui Debno, Binarowa, Lipnica Murowana) e gli edifici di Zakopane, nota destinazione sciistica. Per ammirare meglio queste magnifiche costruzioni in legno, testimonianze di tempi antichi, si può seguire uno dei sei Percorsi dell’Architettura in Legno che si snodano per oltre 1500 km.

Da Cracovia però si può anche percorrere - a piedi o in mountain bike - l’itinerario dei Nidi d’Aquila, circa 164 km, una delle aree indubbiamente più belle della Polonia, che attraversa due regioni, la Slesia e la Malopolska. Qui, sulla cima di colline ricoperte di boschi e pittoreschi altopiani di origine calcarea, sorgono numerosi castelli edificati per proteggere Cracovia, tra cui Ojcow, Olsztyn, Lelow, Bobolice e Mirow di cui oggi, purtroppo, ne restano soltanto alcune rovine. Ma sicuramente da ammirare.

La ricca storia che le appartiene fa di Varsavia una città molto particolare.
Malgrado sia stata in gran parte rasa al suolo durante la Seconda Guerra Mondiale, la capitale polacca è risorta e oggi la si potrebbe definire come una ‘nuova’ città vecchia.
Il suo spirito eclettico lo si coglie tra l’antico e il moderno di edifici e strade che si fondono con armonia regalando un’atmosfera cosmopolita ma sempre autentica.
La fedele ricostruzione del nucleo storico della Città Vecchia, grazie ad alcuni dipinti attribuiti al Canaletto, annoverato oggi nel Patrimonio Mondiale della Cultura dell’UNESCO, la Strada Reale, che collega il Castello Reale con il Palazzo Wilanow, la Piazza del Mercato, le numerose università pubbliche e private, i centri artistici e culturali, i musei, fanno di questa città il cuore pulsante della cultura e della creatività polacca.
Varsavia non è nota solo per la varietà architettonica dei suoi palazzi, ma anche per i suoi spazi verdi, con oltre 80 parchi pubblici (il 30% della superficie della città), i giardini sui tetti della Biblioteca Universitaria, il Giardino Sassone (il più antico) e il Parco Reale Lazienki, uno dei più grandi e spettacolari.

Allontanandosi di poco dalla capitale si trova il Parco Nazionale Kampinos, il più prossimo ad una capitale europea, nella valle del fiume Vistola. Dune coperte da pini, una fauna ricca di specie rare e protette, oltre 360km di percorsi turistici al suo interno, lo rendono unico e spettacolare.

Per chi invece cerca una vera immersione nella natura per riprendere le forze e staccare dalla quotidianità, la Regione Podlaskie è la meta giusta. Sono ben quattro i Parchi Nazionali e tre i Parchi Paesaggistici che ne fanno parte e che proteggono foreste primarie, paesaggi naturali, valli, fiumi, laghi e numerose rare specie di piante e di animali. Il più grande Parco Nazionale della Polonia è il Biebrzanski, invece il più piccolo è l’ Ojcowski. In queste riserve l’intervento dell’uomo è stato ridotto quasi a zero e la vera padrona indiscussa è la natura.
Il Parco Nazionale di Bialowieza è invece l’ultima foresta vergine d’ Europa ed è stata inserita dall’ UNESCO nella lista del Patrimonio Mondiale dell’ Umanità.
Come noi anche la flora polacca cambia “umore”, ma soprattutto colore durante l’arco dell’anno, così dai primi giorni di primavera fino alla fine dell’autunno le sfumature dei prati diventano uno spettacolo in continuo cambiamento da contemplare, incantati dalla magia della natura. Bucaneve candidi, zafferani colorati, stelle alpine e papaveri rossi, sono alcune delle meravigliose varietà che compongono l’arcobaleno che si alterna sul paesaggio.



Approdando verso le città troviamo Danzica che si affaccia sul Mar Baltico, segnata da secoli di traffici marittimi è una città portuale che ha svolto un ruolo cruciale durante la Seconda Guerra Mondiale e che oggi si distingue per la sua atmosfera unica, soprattutto respirata nel pittoresco centro medievale, caratterizzato da strade lastricate in pietra che conducono alle porte di splendidi palazzi d’epoca.
Dalla Piazza del Mercato Lungo e dalla Via Lunga ha inizio il Tratto Reale, che costeggia il fiume Motlawa ed è racchiuso per ambo i lati da due imponenti porte - Porta d’Oro e Porta Verde; percorrendolo si troverà la Corte di Artù, sede un tempo dei principali eventi della vita cittadina, e si potrà ammirare la Zuraw, caratteristica gru in legno, la più grande gru portuale dell’Europa del Medioevo, costruita nel 1444.
La visita non è completa senza una puntata a Gdynia e Sopot, che con Danzica formano un unico agglomerato urbano (Tripla Città).

Dalla città si passa alla visita alla Regione Pomerania, una delle più attraenti della Polonia per le sue bellissime spiagge sabbiose, i laghi e i fiumi, meta perfetta per gli amanti degli sport acquatici e per il ricco patrimonio storico-culturale, dove castelli, corti e palazzi antichi racconteranno di un passato di padroni e sovrani del Ducato di Pomerania.

Di particolare interesse il castello medievale di Malbork, costruzione mozzafiato in mattoni, la più imponente fortezza d’Europa (Patrimonio dell’Umanità UNESCO), la regione dei laghi della Casciubia, abitata dalla minoranza casciuba appunto - fedelissimi alla loro cultura e al loro dialetto - e punteggiata da boschi verdi, terre brune, laghi e fiumi blu.

Qui sorge il Parco Nazionale Slowinski, caratterizzato da dune mobili che si estendono su una superficie di alcuni chilometri quadrati, uno vero e proprio spettacolo della natura.

La Pomerania è anche ottimo punto di partenza per visitare la Regione Varmia e Masuria, in particolare la zona della Varmia, dove si trova il Canale di Elblag, particolare struttura idrotecnica che permette di ammirare il pittoresco paesaggio circostante grazie ad un giro a bordo di particolari navi passeggeri, perché sono dotate di ruote per la ‘navigazione’ in certi tratti su rotaie!



Breslavia è considerata la “Venezia della Polonia” ed è una delle più antiche e più belle città polacche. Una realtà magica che incanta per i suoi tratti distintivi: le 12 isole e gli oltre 100 ponti, la storia che si respira tra le mura urbane, le perle architettoniche, la ricca offerta culturale, un perfetto mix di arte, storia, cultura e vitalità.
Si può iniziare con una passeggiata alla scoperta della Città Vecchia, la Piazza del Mercato - Rynek - circondata da case rinascimentali e barocche, il Municipio e la Dom pod Gryfami, la Casa dei Grifi, abitazione cinquecentesca dalla facciata rinascimentale fiamminga.

Dopo la visita di Breslavia, si può tornare a contatto con la natura con escursioni nella Regione della Slesia Bassa, terra di tesori sia da un punto di vista estetico che artistico. Gallerie nascoste, castelli che dominano dall’alto di possenti montagne, poderi celati alla vista, antiche terme, miniere ormai in disuso e fabbriche sotterranee. La vera ‘perla della Slesia’ è il Castello Ksiaz, una fortezza medievale - tra le più grandi della Polonia - costruita nel XIII secolo, che sorge sulla cima di una collina coperta dalle foreste del Parco Paesaggistico di Ksiaz. Di notevole interesse anche il Castello Czocha, uno degli edifici più rappresentativi della zona e le Chiese della Pace a Jawor e Swidnica (UNESCO), chiese luterane costruite nel XVII secolo, considerate i più grandi edifici religiosi in legno dell’intera Europa.

Molteplici itinerari per farsi sorprendere da un paese che offre tanto: il mare a due passi, percorsi nella natura, castelli e palazzi, ma soprattutto tanto fermento culturale in città che hanno carattere e anima…tutte da scoprire.





Un nuovo modo di gestire i siti


Con MMS non serve uno specialista per gestire un sito:
chiunque in un quarto d'ora impara a farlo da solo.


Non più costi di programmatori per gestire i siti, non più siti vecchi perché manca chi sa aggiornare i contenuti.
Per un sito facile da gestire che costi poco CONTATTACI.

Anche il sito FIJET è stato creato con MMS.
 




Business Network internazionale

dove le piccole imprese e gli operatori turistici
promuovono sul web i loro prodotti e servizi
senza costi di sviluppo siti e di programmatori






Lastminute Tunisie: vacanze e risparmio

Tariffe hotel scontate per le vostre vacanze in Tunisia
www.lastminutetunisie.com propone hotel a 4-5 stelle con mezza pensione o pensione completa, mentre con altri siti, come Booking o Expedia, il ristorante si paga come extra, per cui il costo totale è maggiore.



Africa Jade - Korba

Un gioiello dell'ospitalità tunisina

Splendide piante tropicali e grandi prati all'inglese, la bianca sabbia di Korba e un mare cristallino fanno di questo hotel uno dei luoghi più apprezzati in cui trascorrere le vacanze in Tunisia.


 Benvenuti nelle nostre ville in Costa Smeralda e Costa del Sol: fascino classico e moderno stile di vita per ricordi indimenticabili.

 Shuttle fra vs. hotel e aeroporti di Lisbona, Oporto e Faro. Servizi TUC-TUC per la visita della città e servizi turistici a richesta.





Il Viaggio in Polonia.Visitare nuovi luoghi, tornare a scoprire nuove mete, anche a poche ore di distanza.La posizione privilegiata dell’Italia in Europa ci permette veloci spostamenti alla scoperta di città ricche di tradizioni, storia e continuo fermento, una di queste interessanti mete è la Polonia.

di Silvia Lunardo 13 gennaio 2022


Imponenti dune di sabbia, il pozzo di petrolio più antico del mondo, la più grande concentrazione di laghi del continente… tutto questo è possibile scoprirlo viaggiando attraverso la Polonia.


Splendide città ricche di storia e cariche di notevole patrimonio artistico, culturale e architettonico come Cracovia, Varsavia, Danzica e Breslavia. Ben 16 siti Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO che da soli giustificherebbero il viaggio. Ma anche 23 Parchi Nazionali con la loro incontaminata natura, grandiosa e impressionante per spingersi alle catene montuose meridionali, ideali per chi vuole praticare sport invernali.

Un paese che ti sorprende, lontano da ciò che era anni fa o dall’immaginario comune, perché in veloce trasformazione, fucina di idee, in continuo fermento artistico e culturale.

Una Polonia meno nota quella da scoprire, grazie alla collaborazione dell’ Istituto Polacco di Roma e Polonia Travel vengono svelati itinerari ricchi di storia e bellezza. I suggerimenti partiranno tutti da una visita alle città d’arte, Cracovia e Breslavia, alla capitale Varsavia o alla città portuale di Danzica.
Quattro mete imperdibili che racchiudono in sé fascino, storia e cultura, da abbinare all’anima green del paese.



Cracovia è una delle più antiche città della Polonia. Antica residenza di re, considerata capitale della cultura polacca. Basta pensare che qui si trovano oltre 5mila siti di interesse storico, tra cui il Castello Reale sul Wawel, la Basilica di Santa Maria, Sukiennice, ovvero il Mercato dei Tessuti e l’Università Jagellonica, l’ateneo più longevo della Polonia, senza dimenticare il centro storico della città, riconosciuto dall’UNESCO come uno dei 12 più preziosi complessi architettonici del mondo.
La Regione di cui è capoluogo, Malopolska, è anch’essa la più ricca dal punto di vista culturale, storico (conta ben 5 siti Patrimonio dell’Umanità UNESCO), gastronomico (possiede il maggior numero di alimenti iscritti alla lista dei cibi tradizionali, IGP e DOP, della Polonia), paesaggistico, oltre a vantare montagne (tra cui i maestosi Monti Tatra, i più dolci Beschidi e Pieniny) e acque termali dalle proprietà altamente benefiche.

Caratteristica di questo angolo sud-orientale della Polonia, è l’architettura in legno rappresentata magnificamente da alcune centinaia di chiese ortodosse e cattoliche (tra cui Debno, Binarowa, Lipnica Murowana) e gli edifici di Zakopane, nota destinazione sciistica. Per ammirare meglio queste magnifiche costruzioni in legno, testimonianze di tempi antichi, si può seguire uno dei sei Percorsi dell’Architettura in Legno che si snodano per oltre 1500 km.

Da Cracovia però si può anche percorrere - a piedi o in mountain bike - l’itinerario dei Nidi d’Aquila, circa 164 km, una delle aree indubbiamente più belle della Polonia, che attraversa due regioni, la Slesia e la Malopolska. Qui, sulla cima di colline ricoperte di boschi e pittoreschi altopiani di origine calcarea, sorgono numerosi castelli edificati per proteggere Cracovia, tra cui Ojcow, Olsztyn, Lelow, Bobolice e Mirow di cui oggi, purtroppo, ne restano soltanto alcune rovine. Ma sicuramente da ammirare.

La ricca storia che le appartiene fa di Varsavia una città molto particolare.
Malgrado sia stata in gran parte rasa al suolo durante la Seconda Guerra Mondiale, la capitale polacca è risorta e oggi la si potrebbe definire come una ‘nuova’ città vecchia.
Il suo spirito eclettico lo si coglie tra l’antico e il moderno di edifici e strade che si fondono con armonia regalando un’atmosfera cosmopolita ma sempre autentica.
La fedele ricostruzione del nucleo storico della Città Vecchia, grazie ad alcuni dipinti attribuiti al Canaletto, annoverato oggi nel Patrimonio Mondiale della Cultura dell’UNESCO, la Strada Reale, che collega il Castello Reale con il Palazzo Wilanow, la Piazza del Mercato, le numerose università pubbliche e private, i centri artistici e culturali, i musei, fanno di questa città il cuore pulsante della cultura e della creatività polacca.
Varsavia non è nota solo per la varietà architettonica dei suoi palazzi, ma anche per i suoi spazi verdi, con oltre 80 parchi pubblici (il 30% della superficie della città), i giardini sui tetti della Biblioteca Universitaria, il Giardino Sassone (il più antico) e il Parco Reale Lazienki, uno dei più grandi e spettacolari.

Allontanandosi di poco dalla capitale si trova il Parco Nazionale Kampinos, il più prossimo ad una capitale europea, nella valle del fiume Vistola. Dune coperte da pini, una fauna ricca di specie rare e protette, oltre 360km di percorsi turistici al suo interno, lo rendono unico e spettacolare.

Per chi invece cerca una vera immersione nella natura per riprendere le forze e staccare dalla quotidianità, la Regione Podlaskie è la meta giusta. Sono ben quattro i Parchi Nazionali e tre i Parchi Paesaggistici che ne fanno parte e che proteggono foreste primarie, paesaggi naturali, valli, fiumi, laghi e numerose rare specie di piante e di animali. Il più grande Parco Nazionale della Polonia è il Biebrzanski, invece il più piccolo è l’ Ojcowski. In queste riserve l’intervento dell’uomo è stato ridotto quasi a zero e la vera padrona indiscussa è la natura.
Il Parco Nazionale di Bialowieza è invece l’ultima foresta vergine d’ Europa ed è stata inserita dall’ UNESCO nella lista del Patrimonio Mondiale dell’ Umanità.
Come noi anche la flora polacca cambia “umore”, ma soprattutto colore durante l’arco dell’anno, così dai primi giorni di primavera fino alla fine dell’autunno le sfumature dei prati diventano uno spettacolo in continuo cambiamento da contemplare, incantati dalla magia della natura. Bucaneve candidi, zafferani colorati, stelle alpine e papaveri rossi, sono alcune delle meravigliose varietà che compongono l’arcobaleno che si alterna sul paesaggio.



Approdando verso le città troviamo Danzica che si affaccia sul Mar Baltico, segnata da secoli di traffici marittimi è una città portuale che ha svolto un ruolo cruciale durante la Seconda Guerra Mondiale e che oggi si distingue per la sua atmosfera unica, soprattutto respirata nel pittoresco centro medievale, caratterizzato da strade lastricate in pietra che conducono alle porte di splendidi palazzi d’epoca.
Dalla Piazza del Mercato Lungo e dalla Via Lunga ha inizio il Tratto Reale, che costeggia il fiume Motlawa ed è racchiuso per ambo i lati da due imponenti porte - Porta d’Oro e Porta Verde; percorrendolo si troverà la Corte di Artù, sede un tempo dei principali eventi della vita cittadina, e si potrà ammirare la Zuraw, caratteristica gru in legno, la più grande gru portuale dell’Europa del Medioevo, costruita nel 1444.
La visita non è completa senza una puntata a Gdynia e Sopot, che con Danzica formano un unico agglomerato urbano (Tripla Città).

Dalla città si passa alla visita alla Regione Pomerania, una delle più attraenti della Polonia per le sue bellissime spiagge sabbiose, i laghi e i fiumi, meta perfetta per gli amanti degli sport acquatici e per il ricco patrimonio storico-culturale, dove castelli, corti e palazzi antichi racconteranno di un passato di padroni e sovrani del Ducato di Pomerania.

Di particolare interesse il castello medievale di Malbork, costruzione mozzafiato in mattoni, la più imponente fortezza d’Europa (Patrimonio dell’Umanità UNESCO), la regione dei laghi della Casciubia, abitata dalla minoranza casciuba appunto - fedelissimi alla loro cultura e al loro dialetto - e punteggiata da boschi verdi, terre brune, laghi e fiumi blu.

Qui sorge il Parco Nazionale Slowinski, caratterizzato da dune mobili che si estendono su una superficie di alcuni chilometri quadrati, uno vero e proprio spettacolo della natura.

La Pomerania è anche ottimo punto di partenza per visitare la Regione Varmia e Masuria, in particolare la zona della Varmia, dove si trova il Canale di Elblag, particolare struttura idrotecnica che permette di ammirare il pittoresco paesaggio circostante grazie ad un giro a bordo di particolari navi passeggeri, perché sono dotate di ruote per la ‘navigazione’ in certi tratti su rotaie!



Breslavia è considerata la “Venezia della Polonia” ed è una delle più antiche e più belle città polacche. Una realtà magica che incanta per i suoi tratti distintivi: le 12 isole e gli oltre 100 ponti, la storia che si respira tra le mura urbane, le perle architettoniche, la ricca offerta culturale, un perfetto mix di arte, storia, cultura e vitalità.
Si può iniziare con una passeggiata alla scoperta della Città Vecchia, la Piazza del Mercato - Rynek - circondata da case rinascimentali e barocche, il Municipio e la Dom pod Gryfami, la Casa dei Grifi, abitazione cinquecentesca dalla facciata rinascimentale fiamminga.

Dopo la visita di Breslavia, si può tornare a contatto con la natura con escursioni nella Regione della Slesia Bassa, terra di tesori sia da un punto di vista estetico che artistico. Gallerie nascoste, castelli che dominano dall’alto di possenti montagne, poderi celati alla vista, antiche terme, miniere ormai in disuso e fabbriche sotterranee. La vera ‘perla della Slesia’ è il Castello Ksiaz, una fortezza medievale - tra le più grandi della Polonia - costruita nel XIII secolo, che sorge sulla cima di una collina coperta dalle foreste del Parco Paesaggistico di Ksiaz. Di notevole interesse anche il Castello Czocha, uno degli edifici più rappresentativi della zona e le Chiese della Pace a Jawor e Swidnica (UNESCO), chiese luterane costruite nel XVII secolo, considerate i più grandi edifici religiosi in legno dell’intera Europa.

Molteplici itinerari per farsi sorprendere da un paese che offre tanto: il mare a due passi, percorsi nella natura, castelli e palazzi, ma soprattutto tanto fermento culturale in città che hanno carattere e anima…tutte da scoprire.





Un nuovo modo di gestire i siti


Con MMS non serve uno specialista per gestire un sito:
chiunque in un quarto d'ora impara a farlo da solo.


Non più costi di programmatori per gestire i siti, non più siti vecchi perché manca chi sa aggiornare i contenuti.
Per un sito facile da gestire che costi poco CONTATTACI.

Anche il sito FIJET è stato creato con MMS.
 




Business Network internazionale

dove le piccole imprese e gli operatori turistici
promuovono sul web i loro prodotti e servizi
senza costi di sviluppo siti e di programmatori






Lastminute Tunisie: vacanze e risparmio

Tariffe hotel scontate per le vostre vacanze in Tunisia
www.lastminutetunisie.com propone hotel a 4-5 stelle con mezza pensione o pensione completa, mentre con altri siti, come Booking o Expedia, il ristorante si paga come extra, per cui il costo totale è maggiore.



Africa Jade - Korba

Un gioiello dell'ospitalità tunisina

Splendide piante tropicali e grandi prati all'inglese, la bianca sabbia di Korba e un mare cristallino fanno di questo hotel uno dei luoghi più apprezzati in cui trascorrere le vacanze in Tunisia.


 Benvenuti nelle nostre ville in Costa Smeralda e Costa del Sol: fascino classico e moderno stile di vita per ricordi indimenticabili.

 Shuttle fra vs. hotel e aeroporti di Lisbona, Oporto e Faro. Servizi TUC-TUC per la visita della città e servizi turistici a richesta.





Il Viaggio in Polonia.Visitare nuovi luoghi, tornare a scoprire nuove mete, anche a poche ore di distanza.La posizione privilegiata dell’Italia in Europa ci permette veloci spostamenti alla scoperta di città ricche di tradizioni, storia e continuo fermento, una di queste interessanti mete è la Polonia.

di Silvia Lunardo 13 gennaio 2022


Imponenti dune di sabbia, il pozzo di petrolio più antico del mondo, la più grande concentrazione di laghi del continente… tutto questo è possibile scoprirlo viaggiando attraverso la Polonia.


Splendide città ricche di storia e cariche di notevole patrimonio artistico, culturale e architettonico come Cracovia, Varsavia, Danzica e Breslavia. Ben 16 siti Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO che da soli giustificherebbero il viaggio. Ma anche 23 Parchi Nazionali con la loro incontaminata natura, grandiosa e impressionante per spingersi alle catene montuose meridionali, ideali per chi vuole praticare sport invernali.

Un paese che ti sorprende, lontano da ciò che era anni fa o dall’immaginario comune, perché in veloce trasformazione, fucina di idee, in continuo fermento artistico e culturale.

Una Polonia meno nota quella da scoprire, grazie alla collaborazione dell’ Istituto Polacco di Roma e Polonia Travel vengono svelati itinerari ricchi di storia e bellezza. I suggerimenti partiranno tutti da una visita alle città d’arte, Cracovia e Breslavia, alla capitale Varsavia o alla città portuale di Danzica.
Quattro mete imperdibili che racchiudono in sé fascino, storia e cultura, da abbinare all’anima green del paese.



Cracovia è una delle più antiche città della Polonia. Antica residenza di re, considerata capitale della cultura polacca. Basta pensare che qui si trovano oltre 5mila siti di interesse storico, tra cui il Castello Reale sul Wawel, la Basilica di Santa Maria, Sukiennice, ovvero il Mercato dei Tessuti e l’Università Jagellonica, l’ateneo più longevo della Polonia, senza dimenticare il centro storico della città, riconosciuto dall’UNESCO come uno dei 12 più preziosi complessi architettonici del mondo.
La Regione di cui è capoluogo, Malopolska, è anch’essa la più ricca dal punto di vista culturale, storico (conta ben 5 siti Patrimonio dell’Umanità UNESCO), gastronomico (possiede il maggior numero di alimenti iscritti alla lista dei cibi tradizionali, IGP e DOP, della Polonia), paesaggistico, oltre a vantare montagne (tra cui i maestosi Monti Tatra, i più dolci Beschidi e Pieniny) e acque termali dalle proprietà altamente benefiche.

Caratteristica di questo angolo sud-orientale della Polonia, è l’architettura in legno rappresentata magnificamente da alcune centinaia di chiese ortodosse e cattoliche (tra cui Debno, Binarowa, Lipnica Murowana) e gli edifici di Zakopane, nota destinazione sciistica. Per ammirare meglio queste magnifiche costruzioni in legno, testimonianze di tempi antichi, si può seguire uno dei sei Percorsi dell’Architettura in Legno che si snodano per oltre 1500 km.

Da Cracovia però si può anche percorrere - a piedi o in mountain bike - l’itinerario dei Nidi d’Aquila, circa 164 km, una delle aree indubbiamente più belle della Polonia, che attraversa due regioni, la Slesia e la Malopolska. Qui, sulla cima di colline ricoperte di boschi e pittoreschi altopiani di origine calcarea, sorgono numerosi castelli edificati per proteggere Cracovia, tra cui Ojcow, Olsztyn, Lelow, Bobolice e Mirow di cui oggi, purtroppo, ne restano soltanto alcune rovine. Ma sicuramente da ammirare.

La ricca storia che le appartiene fa di Varsavia una città molto particolare.
Malgrado sia stata in gran parte rasa al suolo durante la Seconda Guerra Mondiale, la capitale polacca è risorta e oggi la si potrebbe definire come una ‘nuova’ città vecchia.
Il suo spirito eclettico lo si coglie tra l’antico e il moderno di edifici e strade che si fondono con armonia regalando un’atmosfera cosmopolita ma sempre autentica.
La fedele ricostruzione del nucleo storico della Città Vecchia, grazie ad alcuni dipinti attribuiti al Canaletto, annoverato oggi nel Patrimonio Mondiale della Cultura dell’UNESCO, la Strada Reale, che collega il Castello Reale con il Palazzo Wilanow, la Piazza del Mercato, le numerose università pubbliche e private, i centri artistici e culturali, i musei, fanno di questa città il cuore pulsante della cultura e della creatività polacca.
Varsavia non è nota solo per la varietà architettonica dei suoi palazzi, ma anche per i suoi spazi verdi, con oltre 80 parchi pubblici (il 30% della superficie della città), i giardini sui tetti della Biblioteca Universitaria, il Giardino Sassone (il più antico) e il Parco Reale Lazienki, uno dei più grandi e spettacolari.

Allontanandosi di poco dalla capitale si trova il Parco Nazionale Kampinos, il più prossimo ad una capitale europea, nella valle del fiume Vistola. Dune coperte da pini, una fauna ricca di specie rare e protette, oltre 360km di percorsi turistici al suo interno, lo rendono unico e spettacolare.

Per chi invece cerca una vera immersione nella natura per riprendere le forze e staccare dalla quotidianità, la Regione Podlaskie è la meta giusta. Sono ben quattro i Parchi Nazionali e tre i Parchi Paesaggistici che ne fanno parte e che proteggono foreste primarie, paesaggi naturali, valli, fiumi, laghi e numerose rare specie di piante e di animali. Il più grande Parco Nazionale della Polonia è il Biebrzanski, invece il più piccolo è l’ Ojcowski. In queste riserve l’intervento dell’uomo è stato ridotto quasi a zero e la vera padrona indiscussa è la natura.
Il Parco Nazionale di Bialowieza è invece l’ultima foresta vergine d’ Europa ed è stata inserita dall’ UNESCO nella lista del Patrimonio Mondiale dell’ Umanità.
Come noi anche la flora polacca cambia “umore”, ma soprattutto colore durante l’arco dell’anno, così dai primi giorni di primavera fino alla fine dell’autunno le sfumature dei prati diventano uno spettacolo in continuo cambiamento da contemplare, incantati dalla magia della natura. Bucaneve candidi, zafferani colorati, stelle alpine e papaveri rossi, sono alcune delle meravigliose varietà che compongono l’arcobaleno che si alterna sul paesaggio.



Approdando verso le città troviamo Danzica che si affaccia sul Mar Baltico, segnata da secoli di traffici marittimi è una città portuale che ha svolto un ruolo cruciale durante la Seconda Guerra Mondiale e che oggi si distingue per la sua atmosfera unica, soprattutto respirata nel pittoresco centro medievale, caratterizzato da strade lastricate in pietra che conducono alle porte di splendidi palazzi d’epoca.
Dalla Piazza del Mercato Lungo e dalla Via Lunga ha inizio il Tratto Reale, che costeggia il fiume Motlawa ed è racchiuso per ambo i lati da due imponenti porte - Porta d’Oro e Porta Verde; percorrendolo si troverà la Corte di Artù, sede un tempo dei principali eventi della vita cittadina, e si potrà ammirare la Zuraw, caratteristica gru in legno, la più grande gru portuale dell’Europa del Medioevo, costruita nel 1444.
La visita non è completa senza una puntata a Gdynia e Sopot, che con Danzica formano un unico agglomerato urbano (Tripla Città).

Dalla città si passa alla visita alla Regione Pomerania, una delle più attraenti della Polonia per le sue bellissime spiagge sabbiose, i laghi e i fiumi, meta perfetta per gli amanti degli sport acquatici e per il ricco patrimonio storico-culturale, dove castelli, corti e palazzi antichi racconteranno di un passato di padroni e sovrani del Ducato di Pomerania.

Di particolare interesse il castello medievale di Malbork, costruzione mozzafiato in mattoni, la più imponente fortezza d’Europa (Patrimonio dell’Umanità UNESCO), la regione dei laghi della Casciubia, abitata dalla minoranza casciuba appunto - fedelissimi alla loro cultura e al loro dialetto - e punteggiata da boschi verdi, terre brune, laghi e fiumi blu.

Qui sorge il Parco Nazionale Slowinski, caratterizzato da dune mobili che si estendono su una superficie di alcuni chilometri quadrati, uno vero e proprio spettacolo della natura.

La Pomerania è anche ottimo punto di partenza per visitare la Regione Varmia e Masuria, in particolare la zona della Varmia, dove si trova il Canale di Elblag, particolare struttura idrotecnica che permette di ammirare il pittoresco paesaggio circostante grazie ad un giro a bordo di particolari navi passeggeri, perché sono dotate di ruote per la ‘navigazione’ in certi tratti su rotaie!



Breslavia è considerata la “Venezia della Polonia” ed è una delle più antiche e più belle città polacche. Una realtà magica che incanta per i suoi tratti distintivi: le 12 isole e gli oltre 100 ponti, la storia che si respira tra le mura urbane, le perle architettoniche, la ricca offerta culturale, un perfetto mix di arte, storia, cultura e vitalità.
Si può iniziare con una passeggiata alla scoperta della Città Vecchia, la Piazza del Mercato - Rynek - circondata da case rinascimentali e barocche, il Municipio e la Dom pod Gryfami, la Casa dei Grifi, abitazione cinquecentesca dalla facciata rinascimentale fiamminga.

Dopo la visita di Breslavia, si può tornare a contatto con la natura con escursioni nella Regione della Slesia Bassa, terra di tesori sia da un punto di vista estetico che artistico. Gallerie nascoste, castelli che dominano dall’alto di possenti montagne, poderi celati alla vista, antiche terme, miniere ormai in disuso e fabbriche sotterranee. La vera ‘perla della Slesia’ è il Castello Ksiaz, una fortezza medievale - tra le più grandi della Polonia - costruita nel XIII secolo, che sorge sulla cima di una collina coperta dalle foreste del Parco Paesaggistico di Ksiaz. Di notevole interesse anche il Castello Czocha, uno degli edifici più rappresentativi della zona e le Chiese della Pace a Jawor e Swidnica (UNESCO), chiese luterane costruite nel XVII secolo, considerate i più grandi edifici religiosi in legno dell’intera Europa.

Molteplici itinerari per farsi sorprendere da un paese che offre tanto: il mare a due passi, percorsi nella natura, castelli e palazzi, ma soprattutto tanto fermento culturale in città che hanno carattere e anima…tutte da scoprire.





Un nuovo modo di gestire i siti


Con MMS non serve uno specialista per gestire un sito:
chiunque in un quarto d'ora impara a farlo da solo.


Non più costi di programmatori per gestire i siti, non più siti vecchi perché manca chi sa aggiornare i contenuti.
Per un sito facile da gestire che costi poco CONTATTACI.

Anche il sito FIJET è stato creato con MMS.
 




Business Network internazionale

dove le piccole imprese e gli operatori turistici
promuovono sul web i loro prodotti e servizi
senza costi di sviluppo siti e di programmatori






Lastminute Tunisie: vacanze e risparmio

Tariffe hotel scontate per le vostre vacanze in Tunisia
www.lastminutetunisie.com propone hotel a 4-5 stelle con mezza pensione o pensione completa, mentre con altri siti, come Booking o Expedia, il ristorante si paga come extra, per cui il costo totale è maggiore.



Africa Jade - Korba

Un gioiello dell'ospitalità tunisina

Splendide piante tropicali e grandi prati all'inglese, la bianca sabbia di Korba e un mare cristallino fanno di questo hotel uno dei luoghi più apprezzati in cui trascorrere le vacanze in Tunisia.


 Benvenuti nelle nostre ville in Costa Smeralda e Costa del Sol: fascino classico e moderno stile di vita per ricordi indimenticabili.

 Shuttle fra vs. hotel e aeroporti di Lisbona, Oporto e Faro. Servizi TUC-TUC per la visita della città e servizi turistici a richesta.




 PAGINE [ più recente: 3 ] [ archivio: 2 - 1 - ]

FLAI - Via Modigliani 37
92019 SCIACCA (AG)
Tel. 339.8721309 / 338.4585627
Mail info@fijet.it
C.F. 10759460156

Privacy &
Cookies



FLAI - Via Modigliani 37
92019 SCIACCA (AG)
Tel. 339.8721309 / 338.4585627
Mail info@fijet.it
C.F. 10759460156

Powered by MMS - © 2017 EUROTEAM