FLAI - Free Lance Associazione Italiana
FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

FLAI - Free Lance Associazione Italiana

FIJET - Fédération Internationale des Journalistes et Ecrivains du Tourisme

HOME PAGE
FLAI-FIJET
NEWS 2018
GALLERY
LINK UTILI

HOME PAGE

FLAI-FIJET

NEWS 2018

GALLERY

LINK UTILI



Tunisia: nuove misure sociali dopo le proteste contro il carovita

di Giacomo Glaviano - 15 gennaio 2018

Dopo le proteste contro il carovita e le nuove misure di austerità imposte dal governo, il ministro tunisino degli Affari sociali Mohamed Trabelsi ha annunciato nuove misure a sostegno delle famiglie bisognose.

Il piano costerà oltre 70 milioni di dinari tunisini e sarà a favore di 120 mila persone. "Garantiremo un reddito minimo alle famiglie bisognose - ha detto il ministro -; l'assegno sociale aumenterà da 150 a 180 o 210 dinari, a seconda del numero di figli". Il piano prevede anche misure per garantire l'assistenza medica a tutti e agevolazioni per la casa.
Nell'ultima settimana diverse città del Paese sono state teatro di proteste contro la manovra finanziaria, entrata in vigore il primo gennaio, con cui il governo ha aumentato le tasse e il costo dei beni di prima necessità per rispondere alle richieste di ristrutturazione economica del Fmi.
La protesta popolare era nata nei giorni scorsi contro l’ondata di aumento dei prezzi per l’entrata in vigore della finanziaria 2018, che ha introdotto maggiorazioni per carburanti, assicurazioni, servizi, un aumento dell’IVA dell’1%, e altre misure adottate dal governo per cercare di contenere la spesa pubblica. Nelle regioni del centro e del sud la protesta assume anche un valenza sociale contro la disoccupazione e la marginalizzazione dei giovani.
Il portavoce del ministero dell’Interno, Khalifa Chibani ha reso noto il bilancio dell’ultima settimana di scontri: 803 persone arrestate e 97 agenti feriti, 87 autoveicoli danneggiati e alcune caserme di polizia date alle fiamme il bilancio dell’ultima settimana di scontri e disordini in Tunisia tra giovani manifestanti contro il carovita e le forze dell’ordine. Tra gli arrestati anche 16 estremisti islamici.


Un nuovo modo di gestire i siti


Con MMS non serve uno specialista per gestire un sito:
chiunque in un quarto d'ora impara a farlo da solo.


Non più costi di programmatori per gestire il proprio sito, non più siti vecchi perché manca qualcuno in grado di aggiornare i contenuti. Anche il sito FIJET è fatto con MMS

Se vuoi un sito facile da gestire, che si aggiorna molto rapidamente e costa molto poco CONTATTACI.
 


Business Network internazionale

dove le piccole imprese e gli operatori turistici
promuovono sul web i loro prodotti e servizi
senza costi di sviluppo siti e di programmatori



Business in China

Il Gruppo di interesse Linkedin di chi è interessato ad attività commerciali con la China. Oltre 60.000 iscritti!



Tunisia: nuove misure sociali dopo le proteste contro il carovita

di Giacomo Glaviano - 15 gennaio 2018

Dopo le proteste contro il carovita e le nuove misure di austerità imposte dal governo, il ministro tunisino degli Affari sociali Mohamed Trabelsi ha annunciato nuove misure a sostegno delle famiglie bisognose.

Il piano costerà oltre 70 milioni di dinari tunisini e sarà a favore di 120 mila persone. "Garantiremo un reddito minimo alle famiglie bisognose - ha detto il ministro -; l'assegno sociale aumenterà da 150 a 180 o 210 dinari, a seconda del numero di figli". Il piano prevede anche misure per garantire l'assistenza medica a tutti e agevolazioni per la casa.
Nell'ultima settimana diverse città del Paese sono state teatro di proteste contro la manovra finanziaria, entrata in vigore il primo gennaio, con cui il governo ha aumentato le tasse e il costo dei beni di prima necessità per rispondere alle richieste di ristrutturazione economica del Fmi.
La protesta popolare era nata nei giorni scorsi contro l’ondata di aumento dei prezzi per l’entrata in vigore della finanziaria 2018, che ha introdotto maggiorazioni per carburanti, assicurazioni, servizi, un aumento dell’IVA dell’1%, e altre misure adottate dal governo per cercare di contenere la spesa pubblica. Nelle regioni del centro e del sud la protesta assume anche un valenza sociale contro la disoccupazione e la marginalizzazione dei giovani.
Il portavoce del ministero dell’Interno, Khalifa Chibani ha reso noto il bilancio dell’ultima settimana di scontri: 803 persone arrestate e 97 agenti feriti, 87 autoveicoli danneggiati e alcune caserme di polizia date alle fiamme il bilancio dell’ultima settimana di scontri e disordini in Tunisia tra giovani manifestanti contro il carovita e le forze dell’ordine. Tra gli arrestati anche 16 estremisti islamici.


Un nuovo modo di gestire i siti


Con MMS non serve uno specialista per gestire un sito:
chiunque in un quarto d'ora impara a farlo da solo.


Non più costi di programmatori per gestire il proprio sito, non più siti vecchi perché manca qualcuno in grado di aggiornare i contenuti. Anche il sito FIJET è fatto con MMS

Se vuoi un sito facile da gestire, che si aggiorna molto rapidamente e costa molto poco CONTATTACI.
 


Business Network internazionale

dove le piccole imprese e gli operatori turistici
promuovono sul web i loro prodotti e servizi
senza costi di sviluppo siti e di programmatori



Business in China

Il Gruppo di interesse Linkedin di chi è interessato ad attività commerciali con la China. Oltre 60.000 iscritti!



Tunisia: nuove misure sociali dopo le proteste contro il carovita

di Giacomo Glaviano - 15 gennaio 2018

Dopo le proteste contro il carovita e le nuove misure di austerità imposte dal governo, il ministro tunisino degli Affari sociali Mohamed Trabelsi ha annunciato nuove misure a sostegno delle famiglie bisognose.

Il piano costerà oltre 70 milioni di dinari tunisini e sarà a favore di 120 mila persone. "Garantiremo un reddito minimo alle famiglie bisognose - ha detto il ministro -; l'assegno sociale aumenterà da 150 a 180 o 210 dinari, a seconda del numero di figli". Il piano prevede anche misure per garantire l'assistenza medica a tutti e agevolazioni per la casa.
Nell'ultima settimana diverse città del Paese sono state teatro di proteste contro la manovra finanziaria, entrata in vigore il primo gennaio, con cui il governo ha aumentato le tasse e il costo dei beni di prima necessità per rispondere alle richieste di ristrutturazione economica del Fmi.
La protesta popolare era nata nei giorni scorsi contro l’ondata di aumento dei prezzi per l’entrata in vigore della finanziaria 2018, che ha introdotto maggiorazioni per carburanti, assicurazioni, servizi, un aumento dell’IVA dell’1%, e altre misure adottate dal governo per cercare di contenere la spesa pubblica. Nelle regioni del centro e del sud la protesta assume anche un valenza sociale contro la disoccupazione e la marginalizzazione dei giovani.
Il portavoce del ministero dell’Interno, Khalifa Chibani ha reso noto il bilancio dell’ultima settimana di scontri: 803 persone arrestate e 97 agenti feriti, 87 autoveicoli danneggiati e alcune caserme di polizia date alle fiamme il bilancio dell’ultima settimana di scontri e disordini in Tunisia tra giovani manifestanti contro il carovita e le forze dell’ordine. Tra gli arrestati anche 16 estremisti islamici.


Un nuovo modo di gestire i siti


Con MMS non serve uno specialista per gestire un sito:
chiunque in un quarto d'ora impara a farlo da solo.


Non più costi di programmatori per gestire il proprio sito, non più siti vecchi perché manca qualcuno in grado di aggiornare i contenuti. Anche il sito FIJET è fatto con MMS

Se vuoi un sito facile da gestire, che si aggiorna molto rapidamente e costa molto poco CONTATTACI.
 


Business Network internazionale

dove le piccole imprese e gli operatori turistici
promuovono sul web i loro prodotti e servizi
senza costi di sviluppo siti e di programmatori



Business in China

Il Gruppo di interesse Linkedin di chi è interessato ad attività commerciali con la China. Oltre 60.000 iscritti!


 PAGINE [ più recente: 34 ] [ archivio: 33 - 32 - 31 - 30 - 29 - 28 - 27 - 26 - 25 - 24 - 23 - 22 - 21 - 20 - 19 - 18 - 17 - 16 - 15 - 14 - 13 - 12 - 11 - 10 - 9 - 8 - 7 - 6 - 5 - 4 - 3 - 2 - 1 - ]

FLAI - Via Modigliani 37
92019 SCIACCA (AG)
Tel. 339.8721309 / 338.4585627
Mail info@fijet.it
C.F. 10759460156

Privacy &
Cookies



FLAI - Via Modigliani 37
92019 SCIACCA (AG)
Tel. 339.8721309 / 338.4585627
Mail info@fijet.it
C.F. 10759460156

Powered by MMS - © 2017 EUROTEAM